di Matteo Bergamo

5 funzionalità di Adwords per un business online di successo

Google Adwords può essere considerato il principale canale di advertising online. Anche se con il passare del tempo si sono affacciate nuove piattaforme, in primis citiamo Facebook Ads, Adwords rimane uno strumento che offre funzionalità estremamente potenti a chiunque volesse promuovere il proprio brand. Ecco riportate di seguito alcune tra le novità più interessanti:

1. Estensioni di annuncio

Le estensioni di annuncio sono appendici degli annunci Adwords, che offrono informazioni aggiuntive sull’attività commerciale, possono essere inserite manualmente oppure automaticamente da Google. Le estensioni si suddividono in:

Estensioni Manuali:

  • Estensioni per app (download applicazioni);
  • estensioni di chiamata; (chiamate da annuncio);
  • Estensioni di località (localizzazione geografica);
  • Estensioni di recensione (review degli utenti);
  • Estensioni sitelink (traffico verso sezioni specifiche del vostro sito);
  • Estensioni callout (scopo di rassicurare l’utente);
  • Snippet strutturati dinamici(scopo di rassicurare l’utente);
  • Visite precedenti (reminder della precedente navigazione dell’utente).

Quali sono i vantaggi che offrono?

Tra quelle più importanti possiamo citare laumento del volume di click e di conseguenza del CTR (valore che indica il numero di click per un annuncio in relazione alle visualizzazioni o impression).

In secondo luogo offrono agli utenti ulteriori modalità di iterazione con il vostro brand: possono chiamarvi, lasciare un contatto, trovarvi su Maps, leggere recensioni oppure visitare le sezioni del sito.

È doveroso fare un’altra considerazione in ottica di Benchmarking. La posizione per un annuncio è fondamentale: migliore è la posizione (verso l’alto) e maggiore sarà il CTR. Ora provate a riflettere su questo aspetto. Se le estensioni aumentano (fisicamente) lo spazio occupato dal vostro annuncio, i vostri competitor avranno una visibilità necessariamente ridotta. Interessante, no?

2. Google Shopping

Google Shopping, in precedenza Google Product Search o Froogle, è un servizio che permette agli utenti di comparare l’offerta dei vari shop online. Il programma è stato gratuito fino al 2012, fino a quando il colosso di Mountain View non ha deciso di modificarne la modalità di funzionamento.

La differenza maggiore con AdWords sta nei criteri di ordinamento (e quindi di visibilità) dato che viene utilizzato un sistema di aste per prodotti e categorie in sostituzione delle keywords. I prodotti vengono caricati per mezzo di un feed (un file csv, xml oppure excel contenente informazioni quali nome, descrizione, categoria, prezzo, ecc.). I feed possono essere generati manualmente da un programmatore oppure mediante l’utilizzo di appositi plugin o moduli, spesso a pagamento e non sempre di facile configurazione. Il sistema è piuttosto semplice: più paghi e più possibilità hai di superare la concorrenza.

Ma in sostanza quali vantaggi offre Google Shopping?

  • Possibilità di raggiungere un numero maggiore di clienti potenziali;
  • Acquisizione di vantaggi competitivi rispetto alla concorrenza;
  • Aumento del traffico di utenti all’interno del vostro ecommerce;
  • Valida alternativa a marketplace tradizionali quali Amazon e Ebay;
  • Catalogo prodotti costantemente aggiornato grazie ai feed.

3. Demografiche

La corretta individuazione del target è il passaggio più difficile in una campagna di marketing. Capita a molte aziende, quando si parla di promozione,  di concentrarsi su aspetti quali il budget da investire, il canale (web, televisione, radio, ecc) oppure la strategia comunicativa. Purtroppo ci si dimentica di variabili altrettanto importanti come ROI (ritorno sull’investimento) e targeting.

Per offrire uno strumento sempre più performante ed efficace Google ha creato le demografiche. A che cosa servono? Come potete intuire dal nome permettono di intercettare un gruppo di utenti che corrispondono al vostro target.

Il targeting demografico prevede le seguenti opzioni:

  • Età: “18-24″,”25-34″,”35-44″,”45-54″,”55-64″,”65 e oltre” e “Sconosciuta”;
  • Sesso: “Femmina”, “Maschio” e “Sconosciuto”;
  • Stato parentale: “Genitore”, “Non genitore” e “Sconosciuto”;
  • Reddito del nucleo familiare (attualmente disponibile solo negli Stati Uniti): “Massimo 10%”, “11-20%”, “21-30%”, “31-40%”, “41-50%”, “Minimo 50%” e “Sconosciuto”.

Oltre ai criteri di targeting Adwords permette anche di perfezionare la strategia di offerta allo scopo di migliorare le vostre performance: potrete quindi combinare più strategie di targeting, escludere le categorie demografiche che non vi interessano e offrire budget superiori (o inferiori) per un determinato gruppo demografico.

4. Cosa offre Adwords ai piccoli business geolocalizzati?

In precedenza abbiamo parlato delle estensioni di località, infatti Google favorisce l’awareness di piccoli business grazie agli annunci geolocalizzati.

Sei il titolare di un ristorante o bar? Allora sappi che puoi raggiungere le persone che vivono o lavorano nella tua zona. Non male vero? Inoltre le aziende possono aggiungere informazioni più dettagliate sulla loro attività come orari di apertura, indirizzo (visualizzabile anche su Google Maps) promozioni, dettagli su prodotti e servizi offerti.

5. Nuovi annunci

Google ha recentemente introdotto una serie di modifiche con l’intento di aumentare il CTR degli annunci Adwords, sia per la rete di ricerca che per la display. Adwords ha modificato la struttura degli annunci passando da una singola riga di 25 caratteri per il titolo, a due di 30 oltre ad una descrizione di 80. Questa soluzione offre maggiore spazio alla creatività degli advertisers, oltre che aiutarli a raggiungere gli utenti mobile sempre più connessi al web, sia in termini di tempo che di navigazione. Questi accorgimenti hanno portato ad un aumento del CTR del 20% rispetto alla struttura precedente degli annunci. Lo scopo è quello di integrare in maniera sempre più organica gli annunci rispetto ai risultati della SERP.

Ma le novità non finiscono qui! È stata rimossa la barra laterale degli annunci per fare spazio alle inserzioni google shopping. Un’altra rivoluzione riguarda il mondo mobile, che sta acquisendo sempre più importanza alla luce dei nuovi trend comportamentali degli utenti. Proprio per questo è stata introdotta un’ottimizzazione per rendere i risultati della pagina di ricerca adattabili alle dimensioni degli smartphone maggiormente utilizzati. Lo stesso vale per gli annunci reattivi o adattabili della rete display. Google imposta automaticamente il layout responsive.

 

In conclusione, leggendo questo articolo siamo convinti che avrete appreso le enormi potenzialità di Adwords, ma allo stesso tempo ne avrete intuito la complessità. Trovare il target migliore per la vostra attività realizzando una strategia comunicativa performante ed utilizzando i canali corretti non è cosa da principianti. Grazie al SEM si possono raggiungere risultati soddisfacenti, ma la conditio sine qua per il successo è affidarsi a professionisti seri e competenti.

Rivolgiti a Omniawebagenzia certificata Google Adwords, per creare la strategia migliore per il tuo brand. Contattataci senza impegno per ulteriori informazioni!

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia