di Victor Vassallo

Analisi di un ottimo 2016 per un prosperoso 2017

Come ogni fine anno siamo accerchiati (anzi bombardati) da post di tutti i generi che ci raccontano i 10 migliori film dell’anno, le 10 più belle canzoni, i 10 personaggi più influenti, le 10 parole chiave più cercate e così via. Noi non faremo una classifica tuttavia cercheremo di valutare alcuni punti importanti che ci possono essere utili per una corretta strategia di web marketing nel 2017.

Sito web (o e-commerce)
Rimane il principale strumento di lavoro e di comunicazione per le aziende, grazie a strumenti di web analysis (e di molte ore di consulenza) il 2016 lo possiamo anche definire l’anno della presa di coscienza, da parte degli imprenditori, che il sito web non è solo grafica per avere un “effetto wow” ma un insieme di contenuti che devono essere correttamente organizzati al fine di una corretta navigabilità del sito da parte dell’utente che con facilità potrà / dovrà tradursi da navigatore in cliente.

SEO
Il 2016 è stato un anno stra pieno di aggiornamenti da parte di Google. Come prima cosa gli aggiornamenti della serp (cioè dei risultati organici) sono ormai (quasi) in tempo reale, ricordo che anni fa il “terremoto” per gli aggiornamenti di Google era un evento che capitava 3 o 4 volte l’anno, nel 2016 Google ci ha abituato che l’aggiornamento (vuoi per Panda vuoi per Penguin) è all’ordine del giorno. Noi in Omniaweb abbiamo sempre sposato la corretta politica SEO consigliata da Google, con il rispetto delle regole ed una policy che non deve abbagliare ne il cliente ne l’utente (compreso l’utente spider dei motori di ricerca). Il 2016 è stato un anno che ha appagato chi ha sempre “lavorato pulito” ma anche se gli aggiornamenti sono molto più rapidi di prima dobbiamo sempre ricordare a chi parte da zero con un progetto SEO che il tempo e la pazienza per raggiungere i risultati sperati sono importati quanto la strategia stessa.

ADV – Pubblicità online a pagamento
Il 2016 doveva essere l’anno in cui Google Adwords prendeva una batosta da Facebook ADS o della crescita vertiginosa del native advertising, invece quello che è capitato (grazie sempre all’analisi dei dati) è che sia Facebook che Google sono cresciuti molto ed entrambi, magari con target diversificati,  possono portare delle buone soddisfazioni. Entrambi i player principali hanno puntato molto sul mobile ma personalmente se dovessi scegliere Google Adwords (generalmente) porta molte più performance di Facebook ADS (ma non è la regola). Nel 2017 bisogna puntare su strumenti di ADV che, in una ampia strategia, coinvolga il maggior numero di piattaforme possibili ma con la guida della web analysis per misurare e di conseguenza dare il giusto budget al relativo canale.

La rinascita della newsletter (con automation)
In molti anni di attività, il 2016 lo possiamo fotografare come l’anno della newsletter associate a strumenti di automazione. Grazie al mantra del coltivare  le relazioni e grazie a strumenti che ti permettono di targettizzare i tuoi utenti, la newsletter ha subito (anzi ha goduto) di ottime performance che spesso, nel mondo e-commerce, si sono tradotte in una performance media del 10%

Il mondo Cloud
Il Cloud, anche se non rientra negli strumenti tangibili di marketing è in realtà uno degli strumenti (se non il principale) che muovono e permettono al “Motore” (inteso come l’azienda) di funzionare. I vantaggi del cloud sono numerosissimi e gli analisti prevedono che per il 2020 (mancano solo 3 anni) le aziende che non saranno passate in cloud avranno seri problemi di competitività e di rimanere in vita.

Concludendo per un prosperoso 2017
Strategia prima di tutto, strategia che deve essere studiata e realizzata secondo le specifiche esigenze e possibilità dell’azienda considerando questa to do list:

  • Obiettivi raggiungibili
  • Analisi dei dati e web analysis
  • Ottimizzazione degli strumenti di comunicazione e conversione
  • SEO (ancora e sempre, non è morta)
  • ADV con l’obiettivo di individuare e/o migliorare il costo di conversione
  • Cloud: iniziare a valutare le possibilità per la propria impresa

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia