Matteo Bergamo
di Matteo Bergamo

Bing ads cos'è e quando usarlo

Journal: il blog di Omniaweb

Bing Ads è la seconda piattaforma al mondo per la pubblicità pay per click. Gli annunci creati con Bing Ads vengono visualizzati sui motori di ricerca Bing (di proprietà Microsoft), Yahoo! e Aol, molto popolari nel Regno Unito e negli Stati Uniti d'America.

Sono moltissime le aziende in Italia che già usano la pubblicità pay-per-click, ma pochi conoscono  Bing Ads, che in USA ha il 33% delle quote di mercato ed è in continua crescita (+18% nel 2018). Si tratta quindi un canale interessante da sfruttare e che oltretutto consente di implementare campagne pubblicitarie a costi inferiori rispetto a Google Ads, sia per quanto riguarda i costi per clic (CPC) che per i costi di acquisizione (CPA). Secondo WordStream le campagne Bing costano il 33,5% in meno rispetto alle medesime campagne su Google Ads.

Come funziona Bing Ads

Quando un utente effettua una ricerca online digitando una parola chiave in uno dei motori di ricerca compatibili con Bing Ads, gli compariranno degli annunci pubblicitari. Lo scopo di ogni brand è quindi quello di creare annunci che attirino l’interesse dei potenziali clienti già interessati a quello specifico argomento. Cliccando sull’annuncio, gli utenti verranno indirizzati al tuo sito web, dove potranno acquistare prodotti o servizi, iscriversi ad un form, ottenere informazioni, ecc.

È naturalmente possibile pianificare le tempistiche degli annunci per giorni o anche fasce orarie specifiche.

Per iniziare a creare gli annunci ci si può iscrivere gratuitamente ed iniziare subito a creare campagne pubblicitarie. Le opzioni di targeting sono varie: lingua, località, tipologia di dispositivo, dati demografici, intenzioni di acquisto e naturalmente le parole chiave. Bing Ads offre anche degli strumenti che ti permettono di ricevere suggerimenti sulle parole chiave da utilizzare, per identificare quelle più adatte ed ottimizzare la campagna.

Proprio come accade per Google Ads, per determinare la frequenza con cui un annuncio viene mostrato agli utenti, Bing Ads utilizza la cifra massima di spesa che un advertiser è disposto a pagare per un click e il CTR (percentuale di clic) dell’annuncio stesso. In pratica, questo sistema è fatto in modo da premiare annunci pensati e strutturati in maniera efficace e che siano rilevanti per il target di riferimento.

Rear view of businesswoman pointing at drawn target

Bing Ads permette di:

  • Impostare annunci mirati per una specifica clientela.
  • Personalizzare tali annunci grazie alle estensioni annuncio, in modo da attirare l'attenzione dei clienti.
  • Mettere a punto le offerte per diversi tipi di dispositivo.
  • Attirare clienti locali, che potranno così prendere un appuntamento o anche visitare direttamente il tuo punto vendita.
  • Analizzare il percorso degli utenti dopo il click sul tuo annuncio: vedrai quali sono le pagine che hanno visitato e potrai ottimizzare le campagne.

Quali sono i vantaggi di Bing Ads:

  1. Meno competitors e quindi costi inferiori.
  2. Maggior controllo sulla pianificazione e la targetizzazione delle campagne. Su Bing ad esempio è possibile diversificare le impostazioni non solo a livello di campagna ma anche per un singolo gruppo di annunci (a differenza di Google Ads).
  3. Possibilità di targetizzazione diversificata anche per dispositivi (desktop, mobile e tablet).
  4. Maggiore flessibilità e trasparenza sui partner di ricerca. Bing permette infatti di rivolgere gli annunci ad uno specifico partner o, al contrario, di escluderlo.
  5. Controllo sulle demografiche di ricerca, ovvero è addirittura possibile vedere di che genere ed età sono le persone che vedono i tuoi annunci ed aggiustare le offerte di conseguenza per un particolare range di età o un genere specifico.

Vale la pena usare Bing Ads in Italia?

In Italia Bing Ads è ancora poco usato. Da noi ha infatti solo l'8% del mercato, cifra che comunque è in crescita. Perché allora usare Bing Ads? Innanzitutto è sicuramente una buona idea per chi ha clienti in USA e UK.

Per chi invece ha una clientela solo italiana, Bing Ads può essere uno strumento complementare, da sfruttare quando si ha già un buon volume di ricerche e di affari su Google Ads. Si tratta quindi di un'opportunità di business per differenziare l'investimento del budget pubblicitario e raggiungere una fetta di mercato ulteriore. Le campagne Bing Ads registrano mediamente una percentuale di clic molto buona, con costi inferiori e un miglior ritorno sull'investimento.

Stai ancora cercando di capire il modo migliore per ottimizzare il tuo budget per l’online advertising? Noi di Omniaweb ti possiamo aiutare. Contattaci ora per capire come possiamo aiutare la tua azienda a raggiungere risultati concreti con la pubblicità pay-per-click.

consulenza

Condividi questo articolo:

Categorie: adv