<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=151944551825778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
e-Commerce, Marketing Automation, Digital Strategy, News

E-commerce, marketing automation e intelligenza artificiale: Making Science al Web Marketing Festival

E-commerce, marketing automation e intelligenza artificiale: Making Science al Web Marketing Festival

Quest’anno il Web Marketing Festival, uno degli eventi italiani più importanti per quanto riguarda il marketing e il mondo digital, è ritornato in presenza e anche noi di Omniaweb-Making Science c’eravamo. Abbiamo esplorato l’e-commerce attraverso alcune delle tematiche più calde per le imprese italiane, tra cui Amazon, la marketing automation e l’intelligenza artificiale.

Vendere online oggi è un must per le aziende a livello globale. Ma in Italia, l’e-commerce è anche una grandissima opportunità per raggiungere più utenti e aumentare il fatturato. Questo perché sono ancora poche le aziende italiane a vendere online

In esclusiva dagli speech del Web Marketing Festival 2021 dei nostri esperti Giovanni Di Pucchio (Amazon Team Lead), Fabio Sutto (Performance Marketing) e Carlo Baratti (International Business), riportiamo qui alcuni spunti strategici per tradurre il proprio e-commerce in uno strumento efficace atto ad aumentare il fatturato aziendale.

Puntare su Amazon, ma con strategia

Quando si parla di e-commerce, non può mancare Amazon, che non solo offre alle aziende enormi opportunità di crescita, ma anche un esempio di user experience eccellente. Su Amazon l’utente può acquistare in fretta qualsiasi prodotto, riceverlo velocemente e usufruire di un servizio clienti ottimale. 

Anche se non ci sono stratagemmi per avere successo su Amazon, ci sono alcuni consigli di cui è utile avvalersi per sfruttarlo al meglio. 

L’utente utilizza Amazon sapendo già quello che sta cercando, quindi il percorso che porta a un eventuale acquisto è più breve rispetto a quello di altri canali di vendita online. Amazon è anche una piattaforma verticale, che attinge dal proprio database, al contrario di altre piattaforme orizzontali, che mostrano risultati da un database molto più ampio.

Tutto questo significa che il tasso di conversione in Amazon è più alto rispetto a quello ottenibile in altre piattaforme. Pertanto, se usato bene, Amazon può portare ottimi risultati

Amazon tra SEO e Adv

In Amazon conta molto il ranking organico e, per arrivare "in alto”, bisogna prima creare una fonte solida di traffico verso le proprie pagine, o schede prodotto. Non esiste infatti strategia vincente che parta dalla pubblicità. Proprio come come si lavora per un sito web, ancora prima di investire in advertising è fondamentale puntare sulla qualità dei contenuti delle proprie schede e sulla SEO

Detto questo, la pubblicità rimane un mezzo importante per aumentare la visibilità dei propri prodotti. Gli ultimi dati dimostrano proprio che l’advertising su Amazon viene utilizzato da un numero sempre maggiore di aziende, con un tasso di crescita nel secondo trimestre 2021 pari a +83% rispetto allo stesso periodo l’anno scorso. 

Con una strategia Amazon efficace, si può aumentare notevolmente il traffico verso le proprie schede prodotto, ridurre i tassi di reso e aumentare la visibilità del proprio brand

Questi sono solo alcuni dei risultati raggiunti da uno dei nostri clienti, Erbecedario. Erbecedario è un'erboristeria online, che grazie a un’attenta strategia, tra il 2019 e il 2020 ha visto un incremento del fatturato del +43% su Amazon Italia, con un aumento di traffico del +100% e una riduzione dei resi pari al 13%. 

E-commerce e Marketing Automation, un connubio perfetto

I dati ci dicono che il 30% degli acquisti su e-commerce viene effettuato tra i 12 e i 90 giorni dalla prima visita di un utente. Se si opta per un proprio e-commerce, è necessario capire come accorciare questo percorso. Per farlo, si possono utilizzare strategie di marketing automation che, se implementate correttamente, fanno in modo che l’utente non si perda nella rete, ma completi il suo acquisto velocemente.

Quando si parla di marketing automation, spesso si pensa alla email automation, ma in realtà il concetto è molto più ampio. Basti pensare che Amazon ricava il 35% delle proprie vendite dalla product recommendation realizzata tramite automation. Sfruttare la marketing automation in tutte le sue potenzialità sarà sempre di più una strategia vincente “per essere davanti” ai propri competitor.

La vera chiave della marketing automation è che permette di elaborare la grande quantità di dati che vengono raccolti da un’azienda nei vari processi di interazione con i propri contatti, e di “attivarli per comunicare” con i propri utenti nel modo giusto e al momento giusto, rispondendo ai loro bisogni. 

Perché la marketing automation sia efficace bisogna conoscere i propri obiettivi aziendali, scegliere la strategia giusta, sfruttare al meglio la piattaforma, implementare “le buone pratiche” e attendere un periodo dai 3 ai 12 mesi per poter ottenere benefici concreti. 

Solitamente lavoro e attesa vengono premiati, perché le aziende possono vedere il proprio fatturato aumentare anche del 30% in un anno.

Attivare i dati con l’intelligenza artificiale

Come già menzionato per Amazon, per far funzionare qualsiasi e-commerce, prima di spendere in pubblicità è importante lavorare sul proprio sito. Bisogna far sì che riesca a offrire un’esperienza utente che sia, se non uguale, almeno simile a quella di Amazon. 

Questo non è impresa semplice, ma neanche impossibile: bisogna puntare su velocità, rilevanza e personalizzazione per aumentare il tasso di conversione.

Un’esperienza personalizzata è quello che succede quando, visitando un e-commerce, ci vengono mostrati i prodotti, che più si avvicinano alle nostre preferenze. Questo non solo porta l’utente ad avere un’esperienza più lineare, e quindi più facile, ma aumenta le probabilità che trovi qualcosa che voglia comprare. 

La personalizzazione viene realizzata grazie all’applicazione di meccanismi di machine learning che, “attivando i dati”, propongono i prodotti all’utente in base ai dati raccolti durante le sessioni precedenti di navigazione all’interno dell’e-commerce. 

La personalizzazione, attuata grazie all'intelligenza artificiale, utilizza dati già esistenti, per aiutare le aziende a capire quello che gli utenti vogliono e “farli arrivare” al prodotto migliore e più giusto per loro

Offrire il prodotto giusto è fondamentale per ogni azienda perché, se l’utente che ricerca un prodotto tramite search o pagine di categoria non trova quello di cui ha bisogno, le probabilità che non ritorni a utilizzare il nostro sito in futuro sono alte. Questo è quello che è riuscito a fare Galeries Lafayette, uno dei department store più importanti in Francia. L'azienda infatti, grazie al solo product recommendation realizzato tramite machine learning, ha aumentato le proprie conversioni del +14%.

Ad oggi, i brand con i loro prodotti devono essere presenti in tutti i touchpoint digitali con i propri utenti e la tecnologia deve essere studiata e scelta per permettere alle aziende di creare una relazione esclusiva con i propri clienti e potenziali clienti, offrendo loro la migliore esperienza di fruizione possibile. 

Noi di Making Science siamo specializzati proprio in questo e saremo lieti di aiutare il tuo team a raggiungere grandi risultati. Contattaci per una consulenza gratuita!

Contattaci