Giovanni Cappellotto
di Giovanni Cappellotto

Negozi fisici contro ecommerce: pro e contro

Journal: il blog di Omniaweb

Non sorprenderti se vedi una guerra tra negozi fisici ed ecommerce (negozi online).Visibilità, investimento iniziale, consegna immediata, fiducia nell'acquisto sono tutti aspetti che fanno parte dei pro e contro.

Diciamo subito che le due forme di commercio non sono inconciliabili. Oggi è forse meglio parlare di commercio in generale, visto che è il consumatore che decide dove spendere i suoi soldi e sono sempre più le aziende che offrono ai loro clienti un'esperienza unificata di vendita in ogni canale disponibile, fisico e digitale.

Va anche detto che far partire tutte e due le forme di vendita, fisica e digitale, richiede investimenti, disponibilità e tempo e vale la pena quindi di esaminare i reciproci vantaggi e svantaggi.

Elevato investimento per aprire un negozio fisico

Aprire un negozio fisico è costoso. Acquisto dei locali o canoni di locazione sono costi importanti perché connessi alla località e al traffico pedonale e veicolare. Costi del personale, attrezzature, costi dell’energia, costi di gestione, sono componenti importanti di un progetto di vendita in un negozio fisico. Un negozio online, per quanto costoso, può costare inizialmente meno di un negozio tradizionale.

Vince il negozio online.

Migliore esperienza di acquisto del cliente

Anche il miglior ecommerce non offre la stessa esperienza di un negozio fisico. Mancano i sensi, la merce non si tocca, non si annusa, non si sente fisicamente e non si prova. Non per niente esiste lo show-rooming, clienti che entrano nei negozi per vedere la merce e poi comprarla online.

Ma esistono anche quelli che fanno web-rooming, cercano le informazioni online e poi comprano nei negozi. E per quanto sembri incredibile, è molto più diffusa questa seconda opportunità.

Vince il negozio fisico, ma i negozi online si stanno avvicinando.

photo-1483181994834-aba9fd1e251a

Acquisto confortevole

Nei primi anni di Internet si menzionava il fatto che si poteva comprare tranquillamente da casa propria. Oggi questo fatto non viene quasi più citato. Ma si è andati ben oltre. Online si può comprare da casa, comprare al bar, al ristorante, dal desktop, dallo smartphone in qualsiasi momento della giornata. E se proprio non ho voglia di uscire perché è una brutta giornata, anche girare online alla ricerca di prodotti dal divano di casa, è un'esperienza divertente.

Vince il negozio online.

Immediatezza

Qui c’è il grande vantaggio del negozio fisico. Immediatezza in tutti i sensi: domande, risposte, acquisto, reso. Qui i negozi fisici possono ancora essere in grande vantaggio, ma devono avere personale capace, attento e in gradi di seguire il cliente. Anche la conoscenza dei livelli di inventario della merce nel negozio fisico è una cosa importante. Attenzione, perché l’esperienza di un cliente trattato male in un negozio tradizionale è ancora più deludente di una esperienza simile nel negozio online.

Vince il negozio fisico.

Tempi di spedizione

Per quanto veloce un ecommerce non compete sui tempi di consegna di un prodotto comprato in negozio e consegnato immediatamente al cliente. I negozi online devono tener conto di tanti fattori che incidono sulla spedizione e soprattutto tener presente che un acquisto è effettivamente concluso se il cliente non rivendica il suo diritto al recesso. Un venditore online sa che il cliente ha 14 giorni di tempo per esprimere la sua volontà dal recedere dall'acquisto, con una semplice comunicazione. Il venditore deve fare in modo che il cliente si senta sempre seguito e tutelato.

Vince il negozio fisico.

Spese infrastrutturali

Nonostante i vantaggi di un negozio tradizionale, la spesa in personale, attrezzature per la vendita, gestione del magazzino, organizzazione delle merci, esposizione e vetrine sono voci importanti nel bilancio dell’attività.

Per contro i negozi online stanno sempre più investendo in servizio clienti, in chat online, in chatbot, per dare servizi di sempre maggior livello qualitativo.

Vince il negozio online.

pexels-photo-230544

Scopo e raggio di azione

Qui vince il negozio online, aperto 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, in grado di soddisfare la domanda di clienti locali, nazionali e internazionali.

Per raggiungere questo livello un negozio fisico non ha scelta: deve aprire la vetrina online se vuole raggiungere potenziali consumatori al di là della sua normale portata.

Vince il negozio online.

Fiducia

La fiducia è la linfa del commercio. Anche con un servizio clienti di prim'ordine non si compete con la persona umana e con il calore di un rapporto diretto.

Ma i negozi online possono ancora fare molto e accrescere la fiducia dei loro clienti.

Recensioni garantite di chi acquista, domande e risposte tra clienti sui prodotti, tutto quello che serve per generare fiducia e credibilità è alla portata di chi è commerciante nell'animo.

Vince il negozio fisico, ma il negozio online insegue ravvicinato.

Opportunità di crescere in altri mercati

Per un negozio fisico vuol dire creare una nuova impresa, spostarsi all'estero con tutte le difficoltà del caso. Per un negozio online è un progetto fattibile che può passare attraverso diverse fasi: un primo test sui marketplace per poi aprire direttamente il proprio shop online, come pure la possibilità di vendere su mercati mai pensati e considerati inavvicinabili, con l’aiuto e la consulenza di aziende esperte in queste problematiche.

Vince il negozio online.

Il commercio sta cambiando velocemente e l’esperienza di vendita si sta modificando. Su Omniaweb abbiamo conoscenze ed esperienze tali per affrontare temi generali che riguardano la crescita del retail e che aiutano gli imprenditori a prendere le strade migliori nel momento opportuno.

consulenza

Condividi questo articolo:

Categorie: ecommerce