Enrico Candeo
di Enrico Candeo

Facebook Ads targeting: Strategie efficaci per le tue campagne

Journal: il blog di Omniaweb

Se hai una pagina Facebook, probabilmente avrai già provato a pubblicizzare alcuni dei tuoi contenuti. Saprai quindi che si può scegliere tra decine di formati di annunci diversi, e si ha la possibilità di selezionare tra centinaia di criteri di targetizzazione per le inserzioni.

La capacità di sfruttare al meglio questi parametri è di fondamentale importanza per l’efficacia delle proprie campagne. Solo individuando un segmento specifico di pubblico, davvero interessato e motivato nei confronti del tuo prodotto o servizio, ti garantirà il successo desiderato. Ma quali sono delle strategie di targeting davvero efficaci?

Facebook Ads targeting: strategie vincenti

1. Sfrutta i Comportamenti di Acquisto

Facebook ha accesso a milioni di dati relativi a transazioni economiche, oltre che a caratteristiche demografiche, abitudini e preferenze degli utenti. Questo patrimonio di informazioni è una fonte preziosissima per ogni inserzionista, perché permette di avere un’idea ben precisa sul pubblico cui mirare quando si impronta una campagna pubblicitaria. Questi dati sono utili per indirizzare gli annunci a specifici segmenti di pubblico, basandosi sui diversi comportamenti di acquisto.

Come fare: dovete scorrere la voce Comportamenti fino a trovare i Comportamenti d'Acquisto. Tra le sottocategorie sono presenti: Cibo e bevande, Abbigliamento, Salute e bellezza, Profilo dell’acquirente, ecc. Quello che interessa a chi opera nel B2B è la sezione acquisti aziendali (business purchases). Un'altra categoria interessante è quella del Profilo utente, che categorizza gli acquirenti in fashion victims, salutisti, amanti dei prodotti di lusso, ecc. Ci sono poi le Abitudini di acquisto, che permettono di individuare chi compra maggiormente online o offline e chi spende più della media, e anche le Tipologie di acquisto: elettrodomestici, elettronica, accessori per la casa, ecc. Insomma, tutta una serie di categorizzazioni che vale assolutamente la pena prendere in considerazione per ottimizzare i risultati delle proprie campagne.

2. Prendi in considerazione gli Eventi della vita (Life events)

Grazie a questa categoria è possibile indirizzare i nostri annunci agli utenti che sono interessati in questo momento da uno specifico evento, come un matrimonio o una nascita in famiglia, ma anche l’acquisto di una nuova casa o una nuova automobile. Tutte evenienze che certamente influenzano le loro normali abitudini di spesa, e che noi possiamo sfruttare a nostro vantaggio, qualora il nostro business proponga prodotti o servizi inerenti a quegli eventi.

Couple looking at a beautiful house to buy

3. Crea Segmenti di pubblico personalizzato

Tra le funzioni avanzate, i segmenti di pubblico personalizzati possono essere uno strumento ulteriore per ottimizzare le proprie inserzioni. Grazie a questo filtro è possibile utilizzare i propri elenchi di contatti, rivolgendo le inserzioni ad pubblico creato su Facebook, Instagram e Audience Network, costituito da persone che già seguono il tuo account social e già usano il tuo prodotto o servizio. È possibile importare su Facebook elenchi esistenti o creare dei nuovi elenchi monitorando i visitatori del proprio sito web o coloro che hanno compiuto un'azione specifica. Tali elenchi possono essere poi segmentati ulteriormente in base alle categorie di targeting disponibili (dati demografici, preferenze, comportamenti, ecc).

4. Utilizza i Segmenti di pubblico simile

La lookalike audience permette di indirizzare le campagne pubblicitarie ad un pubblico simile a quello usato in precedenza. In questo modo, se una campagna è andata particolarmente bene, avrai modo di sfruttare l'onda di quel successo nei confronti di altre persone, in tutto simili, per abitudini e gusti, a quelle targettizzate precedentemente. Questo ti permetterà quindi di far conoscere il tuo brand ad altri potenziali clienti interessati.

business team formed of young businessmen and businesswomen standing over a white background with reflections

5. Considera il Targeting multistrato

Per una campagna veramente efficace prendi in considerazione il targeting multilivello, che consente di utilizzare tutte le opzioni di targeting precedenti, combinando comportamenti, dati demografici e dati di geolocalizzazione per creare l’audience desiderata.

Uno step in più è affinare il gruppo di persone cui Facebook mostra le inserzioni, cerca nel menu relativo al Pubblico e vai su Targetizzazione dettagliata, per restringere il tuo pubblico a seconda di determinati interessi, dati demografici o comportamenti. Queste opzioni possono basarsi su:

  • Inserzioni su cui queste persone fanno clic.
  • Pagine con cui hanno interagito.
  • Attività che seguono e preferenze all’interno di Facebook.
  • Dati demografici come età, genere e residenza.
  • Il dispositivo da cui si connettono.

Facebook ti mostra sempre anche la reach potenziale del tuo annuncio. Inoltre, è possibile restringere ulteriormente questo pubblico aggiungendo categorie nuove. Se da un lato questo riduce il numero di persone che vedranno la tua inserzione, dall’altro incrementerà le possibilità di conversione, dato che l’annuncio verrà mostrato solo ad un pubblico fortemente in target con il tuo prodotto.

Altrettanto interessante è poter escludere un gruppo di utenti, se ad esempio non ti interessa una determinata zona geografica oppure se semplicemente non desideri che Facebook mostri l’annuncio più volte a chi ha già cliccato in precedenza.


Che ne pensi di queste strategie di targeting per gli annunci di Facebook? Noi di Omniaweb siamo convinti che la migliore tattica si debba basare sui clienti ideali per la tua azienda e che sia quindi necessario partire da un’analisi approfondita del tuo business. Se hai bisogno di un aiuto professionale per identificare il tuo target ideale e avviare delle campagne di Facebook Ads davvero efficaci, contattaci subito compilando il form sottostante. Ti contatteremo al più presto per studiare assieme la strategia vincente.

consulenza

Condividi questo articolo:

Categorie: Facebook advertising