Matteo Bergamo
di Matteo Bergamo

Cos'è e cosa fa il Google Assistant

Journal: il blog di Omniaweb

Il Google Assistant è un assistente virtuale che opera tramite intelligenza artificiale. È stato sviluppato da Google a partire dal 2016 come parte di un’app di messaggistica. Inizialmente era feature esclusiva dei cellulari Pixel, ma, dal 2017, è disponibile per vari smartphone con sistemi operativi Android e iOS.

In più è possibile connetterlo a vari apparati quali automobili e applicazioni per smart home. Recentemente anche altoparlanti Sony o sistemi di illuminazione smart Ikea sono in grado di connettersi all’assistente Google.

Comandi vocali

Gli utenti interagiscono con il Google Assistant tramite comandi vocali. Basterà tenere premuto il tasto Home e pronunciare “Ok Google”. L’assistente è in grado di navigare in internet alla ricerca delle informazioni richieste, programmare eventi e promemoria, sistemare le proprie impostazioni a seconda delle preferenze espresse e mostrare le informazioni dell’account Google dell’utente.

In Italia non è popolare quanto Siri di Apple, ma pare sia destinato a grandi cose per il futuro. Soprattutto perché è creato per imparare e memorizzare i nostri gusti e le nostre esigenze. Quindi, più lo si usa e più il servizio migliora.

Pare che a breve verranno aggiunte molte altre interessanti funzioni, come ad esempio la possibilità di effettuare operazioni di acquisto e invio denaro.

In grado di sostenere una conversazione

A differenza di Google Now, il Google Assistant è in grado di sostenere una conversazione con l’utente, grazie all’uso dell’algoritmo Google per il trattamento del linguaggio. Questa funzionalità, ancora non pienamente disponibile, permette all’assistente vocale di eseguire in autonomia operazioni quali prendere un appuntamento dal parrucchiere, prenotare un ristorante, chiamare un negozio per verificare gli orari di apertura.

Il dispositivo, in grado di imitare l’intonazione umana, è programmato persino per rendersi conto delle situazioni in cui non potrà completare il compito affidatogli. In caso, chiederà l’intervento umano.

digital transformation

Ma cosa può fare il Google Assistant ?

Tieni conto che molte delle funzioni avanzate sono disponibili solo per determinati dispositivi, almeno per ora. Sicuramente non ci vorrà molto però affiché Google riesca ad espandere il raggio d’azione di questo dispositivo. Tra le varie cose, il Google Assistant può:

  • Leggerti le news su un determinato argomento di tuo interesse. Tra l’altro, puoi anche chiedergli di darti solo buone notizie.
  • Comunicarti i risultati delle partite e le previsioni del tempo.
  • Inviare alla tua TV lo show Netflix che vuoi guardare. Puoi per esempio dirgli: Avvia Stranger Things su Netflix.
  • Avviare la tua musica preferita.
  • Aprire la fotocamera.
  • Controllare il calendario degli appuntamenti.
  • Creare una lista della spesa.
  • Pianificare un viaggio.
  • Inviare un sms o un messaggio Whatsapp.
  • Impostare la sveglia.
  • Usare le funzioni di traduttore.
  • Effettuare un’operazione matematica al posto tuo e di convertire pesi, misure e valute.
  • Accendere e spegnere la TV e dirti su che canale e a che ora verrà trasmesso uno specifico programma.
  • Sbloccare il tuo telefono senza dover inserire il pin manualmente.
  • Aprire le app al posto tuo tramite comando vocale. Ad esempio, ti è arrivata una notifica di Gmail? Basta dirgli di aprire Gmail e leggere il messaggio.
  • Ricercare immagini e informazioni su internet.
  • Trovare consigli per luoghi dove mangiare, hotel dove dormire o negozi per il tuo shopping. Basterà ad esempio chiedergli di mostrarti i ristoranti in zona. Ti fornirà una lista completa di mappa e recensioni.

Interessante, vero? Perché funzioni bisogna naturalmente procedere preventivamente ad impostare e collegare tra loro dispositivo mobile, tv ed apparati smart home.

E cos’è Google Home?

Google Home è un piccolo altoparlante Wi-Fi. È dotato di assistente vocale e si può collegare ad un massimo di 6 dispositivi. Grazie a Google Home è possibile avviare musica e controllare la TV. Ma è utilizzabile anche come motore di ricerca. Come il Google Assistant, anche Google Home può attivare la sveglia, fare calcoli, gestire l’agenda appuntamenti, tradurre parole e frasi in altre lingue, e così via.

Se la tua casa è dotata di sistema di illuminazione e termostato smart, ti permetterà anche di gestire funzioni quali spegnimento ed accensione delle luci o regolazione della temperatura.

Che ne pensi? Ti senti pronto ai risvolti futuri di questa invenzione geniale?

Condividi questo articolo:

Categorie: Case & Story, google