Matteo Bergamo
di Matteo Bergamo

Google Marketing Live 2019: tutte le novità Google Ads e Shopping

Journal: il blog di Omniaweb

Si è da poco concluso a San Francisco il Google Marketing Live, ovvero l'evento annuale organizzato da Google per presentare agli inserzionisti le principali novità in ambito Ads. Quali sono i cambiamenti in vista? Principalmente nuove funzionalità per Google Ads e un nuovo sistema Google Shopping che punta a fare concorrenza ad Amazon.

Le 10 novità più interessanti che Google introdurrà nei prossimi mesi

1 Discovery ads

I Discovery Ads sono una nuova tipologia di annunci pubblicitari che presenteranno un'immagine in evidenza e saranno pubblicati in tutte le applicazioni Google dotate di feed di notizie da scorrere. Quali sono?

  • Home di YouTube.
  • Tab Promozioni e Social di Gmail.
  • Feed Google Discover.

A proposito di quest’ultimo, sai cos’è? Si tratta di quelle notizie che compaiono tra i suggerimenti quando apri il browser Google da mobile per effettuare una ricerca.

Per iniziare ad usare i Discovery Ads è necessario creare una Discovery campaign e i relativi annunci. Sarà poi Google ad ottimizzare la campagna, sfruttando il sistema machine learning. In pratica queste campagne, disponibili tra qualche mese in tutto il mondo, saranno mirate ed altamente efficaci grazie allo studio delle abitudini degli utenti, che tiene in considerazione le ricerche effettuate in passato, le app scaricate e i video guardati.

image-5

2 Gallery ads

Questi annunci compariranno in cima ai risultati di ricerca e saranno visivamente più efficaci ed accattivanti rispetto agli annunci di testo classici. Presentano infatti una galleria scorrevole di immagini (da 4 a 8). Per ogni immagine si avrà a disposizione un titolo e un testo di 70 caratteri. Dai test effettuati, pare che questa tipologia di annunci abbia avuto il 25% di interazioni in più rispetto ad altre tipologie. Inizialmente saranno disponibili solo per mobile e pare che Google sia testando anche l'inclusione di video.

2019-05-22 16_52_51-2019-05-22 16_51_42-https___searchengineland.com_figz_wp-content_seloads_2019_05

3 Aggiornamento delle campagne locali

Come ormai è noto, i consumatori effettuano svariate ricerche online tramite cellulare prima di recarsi in un negozio fisico. Le nuove campagne locali permetteranno agli inserzionisti di promuovere i loro punti vendita e influenzare i potenziali clienti nella fase di scelta. Saranno semi-automatizzate, verranno visualizzate tramite Search, Display, Google Maps e YouTube. Tu dovrai impostare la posizione del negozio, i testi degli annunci, le immagini e ovviamente le preferenze di spesa. E Google ottimizzerà il tutto in modo da portare il maggior numero di utenti direttamente nel tuo negozio. Insomma, i tuoi annunci potranno comparire quando gli utenti cercheranno indicazioni stradali o lungo il percorso di navigazione oppure nei suggerimenti di ricerca di Maps. Nella versione sperimentale le campagne hanno visto un incremento di 5 volte del ritorno sull'investimento.

4 Raggiungere più utenti interessati con lo strumento di espansione del pubblico

Se una fetta di pubblico risponde molto bene alle inserzioni, sarà possibile usare il nuovo strumento per raggiungere altri consumatori con caratteristiche e comportamenti simili, proprio come avviene per il pubblico lookalike su Facebook. Grazie a questa funzionalità gli inserzionisti potranno raggiungere un maggior numero di persone in target.

5 Un nuovo pubblico personalizzato

Google sta sperimentando una fusione tra il pubblico con affinità personalizzata (interesse per un servizio, prodotto o genere) e il pubblico con intenzione personalizzata (interesse con pianificazione attiva), in modo da creare una nuova audience personalizzata che sia basata sia sugli interessi che sui comportamenti degli utenti.

6 Miglioramenti sullo Smart Bidding

Grazie all’uso del machine learning sarà possibile ottimizzare le offerte per le aste tra gli inserzionisti tramite:

  1. Obiettivi di conversione a livello di campagna: se una campagna è dedicata ad un unico obiettivo (per esempio aumentare le visite al negozio fisico), è ora possibile ottimizzare tutte le offerte della campagna per quel singolo obiettivo.
  2. Set di azioni per le conversioni: Se vuoi ottimizzare le offerte in diverse campagne, puoi creare una serie di azioni di conversione desiderate.
  3. Modifiche stagionali: in caso di svendita o evento per cui ci si aspettano maggiori opportunità di conversione, Google Ads ottimizzerà le tue offerte per quel periodo, e le farà tornare nella norma subito dopo.

7 YouTube Bumper Machine

I bumper ads sono quegli annunci brevi che compaiono all'inizio dei video di YouTube. Sono molto più efficaci e attirano l'attenzione molto di più di quelli più lunghi, oltre al fatto che, proprio perché molto brevi, non danno fastidio agli utenti. Google introdurrà a breve quindi un nuovo strumento in grado di trasformare, grazie al machine learning, dei video (della durata massima di 90 secondi) in annunci da 6 secondi, perfetti per questo posizionamento.

8 Link diretti alle app

Google sta inoltre sviluppando un collegamento tra app e un sistema di report migliore per Google Ads. Se un utente ha installato l'app di un venditore, quando navigherà online e cliccherà su un annuncio (Search, Display o Shopping) verrà indirizzato all'interno dell'app in modo da velocizzare il processo di acquisto. Pare che nei test di prova questo sistema abbia raddoppiato i tassi di conversione e che abbia inoltre permesso di ottenere una reportistica migliore sui dati delle campagne.

image (1)

9 Novità gli Annunci vetrina di Shopping

Questo genere di annunci è stato introdotto per dare agli inserzionisti l'opportunità di mostrare i loro prodotti a chi effettua ricerche generiche (ovvero il 40% delle ricerche) senza citare marche specifiche, come ad esempio "scarpe estive" o "occhiali da sole". Questi annunci sono ora visibili anche in Google Images, nel campo Discover e a breve lo saranno anche nel feed di YouTube. Includono un'immagine principale e una secondaria più piccola, ma si espandono per mostrare molteplici prodotti selezionati dal venditore. In alcuni paesi (per ora non in Italia) potranno inoltre comprendere informazioni relative alla posizione del negozio fisico, utili per chi si trova nei paraggi.

image (2)

10 Google Shopping diventa più competitivo

Seguendo le tendenze e le richieste del mondo ecommerce, Google sta testando una versione di Shopping grazie alla quale sarà possibile acquistare i prodotti direttamente dalle foto dei risultati di ricerca, un po' come su Instagram. In pratica, un potenziale cliente potrà effettuare una ricerca online su Google, visualizzare delle immagini dei prodotti cui è interessato e cliccarle per venire indirizzato all'e-shop.


Qual è la novità presentata al Google Marketing Live 2019 che ti sembra più interessante?

 consulenza

Condividi questo articolo:

Categorie: google adwords