Victor Vassallo
di Victor Vassallo

HubSpot vs WordPress per il tuo sito web aziendale

Journal: il blog di Omniaweb

Se hai in mente di aprire o aggiornare un sito web, forse ti starai chiedendo quale servizio sia meglio scegliere tra HubSpot e WordPress.

Entrambi offrono un sistema di gestione dei contenuti (CMS) che permette agli sviluppatori, proprietari e amministratori del sito di creare e modificare contenuti web. Cosa significa? Il vantaggio principale è che un simile strumento fa sì che tu non debba mettere mano a codici di programmazione per modificare o pubblicare un articolo. Quindi si tratta di siti che possono essere facilmente gestiti anche a chi non è un esperto.

Qual è la differenza tra i due CMS?

WordPress è il CMS più popolare e più usato, con circa 80 milioni di utenti attivi. Il vantaggio principale di WordPress è l’ampia gamma di risorse e di plugin che possono essere integrati nella piattaforma per ottenere tutta una serie di funzioni aggiuntive per il marketing e il business: condivisione social, form, shop online.

HubSpot è invece una compagnia di marketing che offre servizi e software per la marketing automation e la crescita aziendale. Il loro CMS permette di costruire siti e piattaforme di blogging che lavorano congiuntamente agli strumenti di mailing, di analisi, e di ottimizzazione SEO presenti nel pacchetto HubSpot. Insomma, si tratta di una soluzione unica a tutte le esigenze di marketing di un’azienda. Non ci sono dubbi: se hai un’azienda e vuoi investire in inbound marketing, la scelta migliore è HubSpot.

Se hai ancora dubbi, passiamo a considerare gli aspetti principali delle due soluzioni.

2019-02-26 14_41_59-wordpress - Cerca con Google

Page builder

HubSpot è dotato di un sistema in stile drag-and-drop (trascina e rilascia) per costruire una pagina. Cosa significa? Potrai scegliere tra diversi moduli ed elementi per creare il contenuto: titolo, testo, logo, immagine o galleria di immagini, form, pulsanti social, call-to-action, ecc. Basterà selezionarne uno e trascinarlo dentro la pagina vuota per collocarlo nel punto desiderato. In pratica potrai costruire la pagina esattamente come vuoi tu in maniera semplice ed intuitiva. In questo è sicuramente molto più semplice di WordPress. Sempre che tu non desideri aggiungere qualcosa che non è presente tra le opzioni di scelta.

Gestione del Blog

Il blog è ancora uno degli strumenti di marketing più efficaci. Per questo motivo, ogni azienda dovrebbe avere un blog aziendale. Gli articoli del blog possono portare nuovo traffico al tuo sito e di conseguenza nuovi potenziali clienti interessati.

La piattaforma di blogging di HubSpot permette di scrivere i post e di strutturarli in maniera intuitiva. Inoltre è anche possibile programmare la pubblicazione degli articoli ed inserire persino una call-to-action in ognuno di essi. Inoltre l’editor è fatto in modo tale che ti permette di scrivere un articolo e di visualizzarlo nel formato definitivo.

WordPress ti permette di scrivere i post, editarli e programmarli. Nel 2018 è stato introdotto il nuovo editor, Gutenberg, in grado di semplificare la creazione degli articoli per i più inesperti. In realtà sono molti gli utenti che hanno gridato allo scandalo e vorrebbero tornare al precedente editor. Alcune funzioni infatti paiono scomparse o più complicate da usare: non è più possibile giustificare il testo oppure a evidenziare una parte di testo con un colore diverso senza intervenire sul codice HTML... e altri piccoli (ma fastidiosi) inconvenienti. Inoltre manca completamente la possibilità di aggiungere una call-to-action direttamente in modo semplice all’interno degli articoli.

Tra i due, HubSpot è migliore per chi ha in mente una strategia di marketing e una precisa finalità di business. WordPress è forse più indicato per chi vuole semplicemente aprire un proprio sito personale. Tieni però conto che WordPress ha un’infinità di plugin che permettono di aggiungere nuove funzionalità. Mentre, per fare la stessa cosa su HubSpot avrai bisogno dell’aiuto degli sviluppatori. D’altro canto, i plugin di WordPress spesso danno problemi e, senza l’aiuto di qualcuno che sappia come intervenire, sarà difficile gestire un’eventuale problematica da solo.

Landing Pages

Per creare una landing page in WordPress devi avere un apposito plugin, solitamente a pagamento se vuoi buoni risultati. HubSpot invece mette a disposizione uno strumento per la creazione di Landing Pages personalizzabili e monitorabili: si possono vedere ad esempio gli accessi e le conversioni generate.

Analytics

Il principale vantaggio di HubSpot è lo strumento di analisi HubSpot Analytics. Non tanto di per sé, quanto per il fatto di poterlo usare unitamente agli altri servizi di marketing connessi. Consente infatti di analizzare, per ciascuna delle pagine, come stanno andando: visite, parole chiave, sorgenti di traffico di maggior successo. E permette poi di andare a fondo per scoprire da dove esattamente vengono generati contatti di valore. WordPress invece non è fornito di uno strumento di analisi di per sé, ma è necessario utilizzare delle estensioni quali JetPack o Google Analytics.

2019-02-26 14_41_40-hubspot website - Cerca con Google

Ottimizzazione SEO

L’ottimizzazione per i motori di ricerca è fondamentale per un sito web di successo. In HubSpot gli strumenti per la SEO sono inclusi: ricerca delle parole chiave, grafici utili per l'organizzazione dei contenuti e consigli per ottimizzare al meglio i tuoi articoli.

WordPress non ha degli strumenti simili di default. Sarà quindi necessario scaricare un plugin apposito, come SEO Yoast.

Email marketing

WordPress non offre servizi di email marketing interni, ma si devono integrare tramite plugin. Hubspot invece ha un servizio integrato, molto intuitivo da usare, che oltretutto rende molto facile la gestione delle informazione e le strategie di automazione.

Il Prezzo

Con WordPress si può impostare un sito web semplice gratis o quasi, sempre che tu scelga un template a basso costo o gratuito. Poi comunque dovrai pagare la registrazione del dominio, l’hosting e altri servizi eventuali di backup, sicurezza oppure plugin in versione premium. In HubSpot avrai tutto in uno. L’abbonamento base parte da 46 dollari al mese. Per avere i servizi più avanzati sarà però necessario sottoscrivere l’abbonamento Professional.

Supporto

WordPress non ha un centro clienti che offra supporto ma solo una community cui è possibile sottoporre un problema. E per avere una risposta l’attesa è assicurate. Spesso quindi ci si ritrova a cercare la soluzione da soli cercando online se qualcuno ha avuto lo stesso problema e come l’ha risolto. Per quanto riguarda invece i plugin a pagamento, per ognuno esiste un supporto a sé stante, con tutto quello che ne consegue.

HubSpot invece offre un grande vantaggio in questo senso. Il supporto è uno solo per qualsiasi problematica o dubbio tu possa avere. Sarà sufficiente aprire un ticket di richiesta. La risposta arriva solitamente entro un paio d’ore, senza contare che chi risponde è parte di un team di esperti e sa esattamente come risolvere il problema. Oltre a ciò, HubSpot offre anche un servizio di formazione, chiamato HubSpot Academy, per imparare ad utilizzare tutti gli strumenti a disposizione.

Chi vince?

Dipende dalle tue esigenze. Se sei agli inizi e non hai molte risorse da dedicare al content marketing puoi affidarti a WordPress.

Se invece vuoi sfruttare tutte le potenzialità della marketing automation e avvalerti di uno strumento integrato all-in-one che ti aiuti a fare lead generation e lead nurturing, HubSpot è la soluzione vincente in campo B2B.

Omniaweb è partner certificato di HubSpot. Se desideri una consulenza senza impegno, il nostro team potrà illustrarti tutte le potenzialità di questo strumento per far crescere la tua azienda.

consulenza

Condividi questo articolo:

Categorie: website