Marco Buffa
di Marco Buffa

Il ruolo degli negozi fisici nell’era digitale

Journal: il blog di Omniaweb

Il titolo di questo articolo può essere anche tradotto come “il digitale è una minaccia per i negozi fisici?”
Diamo subito una risposta rassicurante: no, ma dipende da quanto siete pronti ad accettare la sfida che le nuove piattaforme continuamente lanciano al mondo retail.

E’ inevitabile che con l’aumentare dei touch point digitali, il percorso del consumatore stia cambiando forma e ormai si sviluppi come un susseguirsi di momenti più o meno importanti verso la conversione finale.

Ed è proprio nella comprensione di questa complessità che si sviluppa la strategia vincente per i retailer: aziende e brand devono rimanere rilevanti attraverso la comprensione dei consumatori ed offrire un'esperienza omnichannel senza soluzione di continuità.

Tutto facile? No, ma ecco una lista di fattori da tenere in considerazione per elaborare la vostra strategia vincente:

Accettare il cambiamento

Charles Darwin sosteneva che “Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti”, se trasferiamo questo principio alla situazione attuale dei negozi fisici capiamo l’importanza di adattarsi alle nuove regole del gioco.

L'e-commerce (Amazon in primis) ha sconvolto il mercato da ormai 10 anni . La tecnologia ha rivoluzionato l'esperienza di acquisto più volte. L'innovazione è uno dei modi più rapidi per aumentare il profitto.

Innovazione si può tradurre in diverse azioni: cambi nella struttura azienda, nelle tecnologie utilizzate e nelle strategie di acquisizione e vendita. I retailer che 10 anni fa sono riusciti ad avere questa capacità di innovare sono sopravvissuti, quelli che non l’hanno fatto sono ancora nella fase nella fase dell’‘inseguimento. (stanno cercando di recuperare...)

Riconoscere i propri vantaggi

I retailer fisici partiranno sempre con un vantaggio: ‘la gratificazione immediata’ in fase di acquisto. E’ un elemento fondamentale nell’esperienza dello shopping e un’esigenza che nessuna piattaforma online riuscirà mai a soddisfare.

Un altro fattore determinante è l’esperienza del sensoriale di ‘toccare’ il prodotto in fase di acquisto. La possibilità di vedere, toccare e sentire i prodotti e di portare gli oggetti a casa si posiziona immediatamente al primo posto tra i motivi per cui i consumatori scelgono di acquistare nei negozi e non online.

In sintesi l'obiettivo per i negozi fisici diventa quello di comprendere il valore di questi vantaggi (gratificazione e ‘tocco’) e su di essi basare la proprio innovazione.

Amplificare la tua presenza con una strategia Omnichannel

Come abbiamo detto è fondamentale presidiare tutti le tappe che accompagnano il consumatore, per posizionarsi nel modo corretto dobbiamo capire i nostri punti di forza e allinearli con le necessità dei nostri clienti. Questo significa rendere i prodotti disponibili per l'acquisto tramite più touch-point, sia online che offline.

Non è ormai possibile essere presenti solo online o solo offline. È necessario offrire un'esperienza coesa su più canali per consentire ai clienti di acquistare ovunque e in qualsiasi momento.

L’obiettivo è trasformare questa sfida in opportunità per incrementare le vendite.

Negozi nell'era digitale-1

Comprendere il comportamento del cliente

Uno studio di Patagonia ha rilevato che solo l'1% dei clienti acquista dallo stesso canale ogni volta. Il primo acquisto può avvenire sul sito del brand, il secondo su Amazon e poi su un sito di rivenditori e per ultimo in un negozio. Inoltre nello stesso studio è stato scoperto che ci sono voluti 5 “punti di contatto" con il prodotto (inclusi social media, e-mail, annunci di retargeting, in-store, ecc.) prima che il consumatore si attivi per l'acquisto.

Tutto ciò dimostra che è necessario attivare quanti più canali possibili per spingere il cliente da acquistare.

Adottare una strategia interamente digitale

Il digital marketing consente di avvicinare consumatore al negozio fisico e in quest’ottica una strategia mobile dovrebbe essere la priorità assoluta di qualsiasi retailer.

Nel mondo ci sono quasi 3 miliardi di possessori di smartphone e da una ricerca negli USA (digitalcommerce360.com) si stima che il 43% dei clienti ha usato lo smartphone mentre faceva la spesa in un negozio fisico.

Un’esperienza accessibile e coerente via smartphone è alla base di una strategia omnichannel di conseguenza è indispensabile renderla più semplice e funzionale possibile.

Google ha dimostrato che il 73% dei consumatori abbandona un sito mobile poco funzionante ad uno alternativo che può facilitare l’acquisto. In aggiunta le probabilità di acquisto aumentano verso marchi i cui siti o app mobili personalizzano l'esperienza in base alla posizione, ad esempio la visualizzazione di un negozio nelle vicinanze dove il prodotto richiesto è disponibile. (adweek)

Per concludere, ribadiamo il concetto: il futuro è ‘Omnichannel’

Offrire un'esperienza coesa ai clienti su più canali è un modo fondamentale per incoraggiare gli acquirenti a interagire con il tuo brand sia online che offline.

Anche se ai clienti piace effettuare ricerche online, il tuo brand/azienda gode ancora alcuni vantaggi legati all'acquisto in negozio. I rivenditori con una presenza multipla hanno più possibilità di generare vendite.

Quindi, se non lo hai già fatto, è ora di attivare tutte le soluzioni per rendere il tuo business omnichannel. Crea una strategia multicanale che espanda la vendita attraverso e-commerce, canali social o marketplace online e soprattutto che si trasformi in un vantaggio competitivo ‘unico’ della tua azienda.

consulenza

Condividi questo articolo:

Categorie: Web Marketing, e-Commerce, storeonline