<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=151944551825778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
ecommerce, seo

SEO per e-commerce: i 10 problemi più comuni e come risolverli

SEO per e-commerce: i 10 problemi più comuni e come risolverli

Per portare traffico ad un sito e-commerce, esistono diverse possibilità. Oltre alla Search Engine Optimization, tema di questo articolo, ci sono anche gli annunci pubblicitari, i siti comparatori di prezzo, le recensioni "read and buy", i programmi di affiliazione, i marketplace.

La SEO, però, apporta diversi vantaggi rispetto agli altri metodi, come vedremo in dettaglio più avanti. I benefici di traffico portati dalla SEO acquistano maggior potere se  inseriti all'interno di una strategia omnichannel, "lavorando in sinergia" con tutti i vari canali di marketing coinvolti.

Al giorno d'oggi le piattaforme per creare un e-commerce sono davvero numerose, con caratteristiche tecniche differenti ed approcci ai vari canali marketing promozionali in continua evoluzione. Queste variabili operative e strategiche fanno sì che il posizionamento organico di un sito e-commerce sia una grande sfida per ogni SEO Specialist.

Secondo i recenti risultati emersi da un'analisi condotta da SISTRIX, che ha indagato come gli utenti si comportano di fronte ai risultati forniti dal motore di ricerca dopo una query, è emerso che

  • il 28,5% degli utenti clicca direttamente il primo risultato di ricerca presente nella SERP (Search Engine Results Page),
  • il 15,7% predilige il secondo
  • mentre l'11% sceglie il terzo risultato elencato.
In breve, più della metà del traffico viene assorbito direttamente dai siti web che si trovano nelle prime tre posizioni.


Google: CTR in funzione del posizionamento nelle SERP

Fonte: SISTRIX 

Ecco perché "essere in prima pagina" al giorno d'oggi non è più sufficiente! ora si punta ad essere nella TOP 3 di Google, ossia si opera affinché il sito web di interesse compaia nei primi 3 risultati della SERP. 

Grazie ad un ottimo lavoro di SEO, è possibile scalare le SERP ed arrivare a collocarsi tra i primi 3 posizionamenti della prima pagina, ossia in Top 3. Raggiunto questo primo obiettivo, inizia poi la grande sfida di mantenere la posizione nel tempo, nonostante la concorrenza o eventuali variazioni nell’algoritmo.

SEO per e-commerce: i vantaggi e le opportunità

  • Maggior potenziale di traffico (su Google il traffico organico corrisponde mediamente all’85%)
  • Minor costo di conversione se paragonato ad altri strumenti.
  • Effetto prolungato a medio e lungo termine.
  • Amplifica il risultato, offrendo un incremento cumulativo.
  • Analisi e raccolta dati più efficace (ed essenziale per il lavoro futuro).

Questo è un esempio di sito e-commerce che in 5 mesi, grazie ad una mirata strategia SEO, è passato da 11 a 5.500 utenti.

scalini-ecommerce

 

Un buon progetto SEO si basa sui seguenti punti cardine:

  1. Parole chiave e traffico organico: anche se le keyword hanno via via meno importanza, perché le query sono sempre più frammentate e le ricerche arrivano da strumenti diversi.
  2. Velocità del sito: goal sotto i 3 secondi.
  3. Sicurezza: da adottare protocollo SSL
  4. Mobile e Desktop: è strategico dare priorità al mobile, visto l'aumento notevole delle ricerche tramite smartphone ed i-phone
  5. Aspetti tecnici di sviluppo e manutenzione.
  6. Contenuti, tipologia e affidabilità: nel mercato italiano mediamente i contenuti in ambito e-commerce sono a livello ancora essenziale.
  7. Conversione e bounce rate.

Quali sono i problemi più comuni che si devono affrontare quando ci si occupa di SEO per e-commerce?

1. Contenuti duplicati o esigui

Per ovviare questo problema, bisogna innanzitutto creare delle schede prodotto esaustive e complete, evitare rigorosamente il copia e incolla di contenuti da una scheda all'altra: è strategico che le schede prodotto di oggetti simili siano differenti nei contenuti almeno per l'80%.
Ideale sarebbe poter disporre di un blog, grazie al quale poter pubblicare articoli di tipo (in)formativo che al contempo "informino e formino gli utenti" sui prodotti, andando ad aggiungere credibilità agli stessi

2. Struttura piatta del sito e-commerce

In questo caso il sito e-commerce non sfrutta a dovere le categorie, le sottocategorie e i link interni. E' da ricordare che i prodotti in un e-commerce non sono tutti ugualmente importanti, ma ci sono dei prodotti o delle linee di prodotto più importanti per il business aziendale, essendo i portatori di maggior fatturato. Pertanto è buona prassi mettere in evidenza quelli migliori!
Inoltre è fondamentale non inserire link a siti web esterni in homepage.

3. Multi Country e Valute

Quando si ha un sito e-commerce in più lingue e che tratta più valute, "la faccenda" si fa complessa. Qui bisogna stare molto attenti alle impostazioni. Un errore potrebbe costare molto caro! In questi caso il consiglio migliore è quello di chiedere il supporto di un SEO Senior esperto, che saprà consigliarti al meglio. Ad esempio, un mio primo consiglio è quello di utilizzare Href Lang con le specifiche ISO corrette.

4. Prodotti mancanti

In caso di prodotto esaurito e che non verrà più riassortito, ti consiglio di attenerti a questa prassi fondamentale per la buona salute del tuo e-commerce: applica il 301 o il 302 verso un prodotto equivalente o la categoria (o sottocategoria) più affine.
Se invece tale prodotto verrà riassortito in futuro, è bene lasciare pubblicata la sua scheda prodotto e limitarsi solamente ad indicare la non disponibilità temporanea. Magari in questi casi è sempre bene giocare di strategia, invitando i visitatori a lasciare un proprio recapito (indirizzo e-mail piuttosto che il numero di telefono) per essere ricontattati quando il prodotto d'interesse sarà nuovamente disponibile. In questo caso, "catturiamo" anche il contatto di un possibile cliente oltre a dimostrare il nostro interesse verso la sua soddisfazione.

5. Gestione URL per Categorie - Prodotti

Consiglio di utilizzare una gerarchia Url distinta per Categorie, Sottocategorie e Prodotti.

6. Gestione filtri, varianti e colori

Per filtri e varianti è meglio applicare il Link rel=”canonical”. Evitare invece il Noindex perché blocca lo spider e quindi il lavoro SEO.

7. Numero elevato di pagine

Nei casi in cui il sito comprenda un grande numero di pagine, risulta impossibile ottimizzarle tutte. In questo caso, bisogna valutare quali sono le pagine che generano più conversioni e concentrarsi su quelle, applicando per le altre dei sistemi automatizzati.

8 Gestione poco accurata delle foto

Consiglio di utilizzare plugin automatici per gestire nome delle foto e caption ed utilizzare, se possibile, il CDN per rendere il caricamento più rapido.
Nota Bene: le schede di prodotto cancellate generano errori anche sulle immagini. È meglio quindi applicare il 301 anche alle foto cancellate.

9. Problemi di Sitemap

Visto che nei siti ecommerce le pagine variano molto frequentemente, è una buona idea impostare la sitemap secondo lo schema delle “sitemap di sitemap”. In questo modo avremo una struttura principale costante, a cui vengono integrare le sitemap secondarie, riducendo gli errori. In questa guida, è spiegato bene come fare: Come suddividere le Sitemap di grandi dimensioni

10. Utilizzo di AMP

Per ottenere un forte incremento di visibilità è consigliabile impiegare sulle schede di prodotto il protocollo AMP, che viene premiato da Google. Per sapere come fare, ti consiglio di leggere questo approfondimento: Pagine AMP nella ricerca di Google

 

➡️  Se invece desideri approfondire la conoscenza delle piattaforme e-commerce, leggi questo articolo dedicato a come scegliere la piattaforma e-commerce perfetta

 

Grazie alla SEO si possono raggiungere i primi posti sui motori di ricerca, incrementare esponenzialmente le vendite e mantenere a lungo termine i risultati raggiunti. Se hai un ecommerce e desideri ottenere un maggiore riscontro e fare la differenza rispetto ai tuoi competitor, contattaci subito.

Omniaweb Italia ha una lunga esperienza nelle tecniche di ottimizzazione del posizionamento online, con un focus sui risultati tangibili. Clicca il banner sottostante per compilare il form o chiamaci per fissare una call senza impegno. Potremo valutare assieme il tuo caso e proporti la soluzione migliore per la crescita del tuo business.

E-commerce