<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=151944551825778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Digital Strategy, News

I maggiori trend per le aziende dall'evento Google I/O

I maggiori trend per le aziende dall'evento Google I/O

La settimana scorsa Google ha tenuto I/O, la più grande conferenza dedicata agli sviluppatori, e annunciato una serie di novità in arrivo sulle proprie piattaforme. In questo blog esploriamo quelle più importanti per il marketing delle aziende.

Shopping 

L’esperienza dell’utente rimane sempre al centro delle attività di ogni business, incluso Google. L’azienda ha infatti introdotto Shopping Graph, un modello dinamico e potenziato dall'AI che capisce i cambiamenti costanti di prodotti, venditori, marchi, recensioni e soprattutto dati di inventario. 

Shopping Graph riunisce quindi informazioni da siti web, prezzi, recensioni, video e dati dei rivenditori, calcolando come questi si relazionano tra loro, per portare agli utenti quello che interessa loro veramente e che, crucialmente, è disponibile al momento della ricerca.

Shopping online user experience

Questo va ad integrarsi a Google Lens, che esamina foto e screenshot per cercare il prodotto interessato online al fine di facilitare l’acquisto. 

Google ha inoltre annunciato una nuova partnership con Shopify che permetterà alle aziende di presentare i loro prodotti su Google Search, Maps, Images, Lens e YouTube. 

LaMDA

LaMDA darà a sviluppatori e business nuove capacità per creare modalità di interazione con la ricerca online che siano più naturali e intuitive.

Studiato per rendere le informazioni più accessibili sui motori di ricerca, LaMDA è un nuovo modello di linguaggio basato sullo sviluppo di Intelligenza Artificiale (AI) per creare conversazioni più naturali e intuitive online

Questa innovazione si fonda sulla caratteristica chiave della comunicazione, per cui ogni dialogo tra persone può prendere una miriade di direzioni inaspettate. Superando quindi i limiti posti dalle piattaforme contemporanee, con LaMDA una conversazione non si limiterà ad uno scambio di informazioni meccaniche, ma avrà una natura molto più aperta. 

Negli studi di preparazione della tecnologia, attualmente in corso, gli sviluppatori hanno creato un’anteprima di questo tipo di conversazione, immaginando una conversazione tra Google e il pianeta Plutone.

LaMDA conversation Pluto

Google Maps diventa eco-friendly

Solo una tra le novità nel mondo Google Maps, questa funzione sarà in grado di consigliare all’utente il percorso più efficiente per impatto ambientale, ma senza dimenticare le tempistiche.

Questo conferma che Google sta lavorando a migliorare i suoi algoritmi per integrare l’ottimizzazione nella ricerca di percorsi personalizzati che non si basano soltanto sul traffico, ma su una serie di ulteriori funzionalità adatte ai bisogni degli utenti (e del pianeta). L’impatto ambientale è infatti uno dei punti cruciali della strategia di Google, che mira ad eliminare le proprie emissioni entro il 2030.

Ma non sono solo le attività offline ad avere un impatto ambientale. La ricerca conferma infatti che Internet è tra i ‘Paesi’ più inquinanti al mondo. Si apre quindi un potenziale di innovazione per le aziende che vogliono attrarre utenti grazie all’ottimizzazione delle proprie attività online in un futuro più sostenibile.

Smart Canvas & Material You

Smart Canvas è un nuovo strumento nel Google Workspace, che permette a Docs, Sheets e Slides collaborare, rendendo più facile la condivisione di idee e materiali. 

Ulteriore new entry è Material You, un nuovo approccio al design che rende l’esperienza dell’utente nell’uso dei propri dispositivi più personalizzata e dinamica.

Privacy

In linea con i regolamenti sulla privacy e le preferenze degli utenti verso una condivisione più controllata dei dati, Google continua a lavorare sull’ottimizzazione dell’esperienza dei propri utenti, siano essi business o aziende. 

Con gli ultimi aggiornamenti annunciati per Android 12, le persone potranno aggiornare le proprie impostazioni di privacy per le varie app in modo molto semplificato. Questo include, per esempio, l’accesso alla localizzazione e alla fotocamera. 

E dal punto di vista del business, anche le aziende potranno ovviare ai cambiamenti in corso per continuare a proporre advertising personalizzato, ma nel rispetto della privacy dei propri utenti. 

Per saperne di più sulle soluzioni disponibili alla tua azienda per ottimizzare le campagne marketing, contattaci! Avremo modo di approfondire assieme tutte le novità!

Contattaci