<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=151944551825778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
UX

Come usare i Prototipi Interattivi a vantaggio della UX?

Come usare i Prototipi Interattivi a vantaggio della UX?

L’UX design è il processo che permette di creare prodotti, solitamente siti web e applicazioni, capaci di fornire la migliore esperienza per gli utenti in termini di usabilità, funzionalità e coinvolgimento emotivo, stimolandoli a compiere determinate azioni utili al nostro brand, ovvero le cosiddette conversioni, come per esempio lead generation, acquisti, download, iscrizioni a newsletter. 

Come funziona il processo di UX Design?

Non c’è una formula universale e precisa, perché ogni progetto può avere caratteristiche diverse. Senza entrare in schemi o complessi diagrammi, è fondamentale ispirarsi al concetto di “iterazione”, cioè la possibilità di testare e rielaborare le nostre ipotesi fino al raggiungimento della soluzione ottimale.
All’inizio dobbiamo capire le esigenze del cliente e quelle degli utenti per definire obiettivi e potenziali criticità, dopo di ché si passa all'ideazione del prodotto e quindi alla creazione di un prototipo interattivo.
Si passa poi alla fase di test, che a sua volta può condurre ad altre idee o addirittura all'identificazione di problemi che riportano a rivedere il processo e quindi ad affinare e soddisfare meglio le esigenze.

Prototipizzazione UX 

La prototipizzazione di un sito web (o di altre esperienze interattive come le App) è una fase fondamentale, in quanto serve a raccogliere feedback essenziali, scovare opportunità di miglioramento e simulare il funzionamento del prodotto finito, in modo da testarlo prima del lancio. Grazie ai prototipi si possono ridurre le spese dello sviluppo, testare le idee relative al design e valutare l'usabilità di un sito o app.

Vantaggi dell'impiego dei Prototipi interattivi

Lavorare su un prototipo consente di definire la struttura del futuro sito e affinare quella che viene chiamata “Architettura dell’Informazione”.
Si cerca di prevedere le modalità in cui gli utenti interagiranno con gli elementi del sito, in modo da offrire una struttura ottimale e la corretta gerarchia dei contenuti.
La creazione di un prototipo permette di coinvolgere fin da subito tutti gli attori coinvolti nel progetto, dai designer agli sviluppatori, con l’apporto costante e decisivo del committente. Consente, inoltre, di individuare e risolvere eventuali problemi di usabilità non sempre così evidenti nella progettazione tradizionale. Tutto ciò si traduce in un notevole risparmio di tempo nella fase di sviluppo, perché evita di scoprire errori importanti in una fase più avanzata. 

User Experience - il processo di ottimizzazione

Tipologie di Prototipi Interattivi

I prototipi tradizionali sono di solito un mix di schizzi, wireframe e mockup, rappresentativi del design finale, che permettono di ottenere un feedback rapido in modo da ottimizzare il prodotto.
Gli schizzi sono dei semplici disegni, generalmente utilizzati nelle fasi iniziali del progetto per annotare nuove idee e identificare i potenziali punti deboli, gli ostacoli per gli utenti.
I wireframe sono rappresentazioni delle strutture del sito, tipicamente senza grafica, e si concentrano soprattutto sulla disposizione dei contenuti.
Un mockup è un design completo che include i dettagli grafici, colori, simulazione dei contenuti, stili di font, ecc. 

La tendenza attuale è di utilizzare strumenti digitali online (sempre più numerosi e sofisticati) che permettono di creare prototipi interattivi e di condividerli con il team del progetto.
A seconda dello scopo, possiamo suddividere i prototipi UX in due categorie principali:

  1. Prototipi UX Interattivi a Bassa Fedeltà (low fidelity)

    I prototipi UX a bassa fedeltà rappresentano la fase iniziale del processo e sono sostanzialmente dei wireframe interattivi, senza grafica, ma dotati di aree sensibili, menu e link. I vantaggi di questo tipo di soluzione sono rapidità, facilità di modifica, estrema accessibilità, minimo sforzo nell'ottenere una visione d'insieme. 
  1. Prototipi UX Interattivi ad Alta Fedeltà (high fidelity)

    I prototipi UX ad alta fedeltà sono la normale evoluzione di quelli a bassa fedeltà, sono molto vicini al prodotto finale e molto più accattivanti dal punto di vista estetico. Si utilizzano principalmente nelle fasi avanzate del progetto.
    Tra i vantaggi che apportano c’è sicuramente l'alto grado di engagement dell’utente, che permette una valutazione migliore del risultato finale. La fase di testing sarà quindi molto realistica, ideale per capire la validità e l'usabilità del prodotto.
    A seconda dello strumento utilizzato saranno possibili raffinatezze interattive quali animazioni, transizioni ed effetti per una resa ancora più realistica.
    Guardando al futuro, già si vedono le prime soluzioni che integrano la creazione di un prototipo ad alta fedeltà con lo sviluppo vero e proprio del sito (o App).

Concludendo questa breve panoramica nel mondo della UXD, i prototipi sono un modo efficace e rapido per dare vita ai progetti web. Naturalmente la tipologia e la complessità del prototipo dipendono sempre dallo specifico progetto. In particolare possiamo affermare che

  • i prototipi UX interattivi a bassa fedeltà sono adatti alle prime fasi del progetto per la loro rapidità, flessibilità ed economicità
  • i prototipi UX interattivi ad alta fedeltà sono ideali per le fasi finali, grazie al più spiccato realismo.
Entrambi sono importanti per il cliente finale, visto che permettono di scartare rapidamente idee non vincenti, evitando quindi degli errori che sarebbero molto costosi in fase avanzata in termini di tempo e di budget.

 

In Omniaweb seguiamo una metodologia di sviluppo orientata alla progettazione della UX basata sui principi interattivi qui esposti, rendendo il cliente parte integrante del “team”. Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

 

E-commerce