di Domenico Lanzilotta

E-COMMERCE E SOCIAL NETWORK, UN BINOMIO SPESSO VINCENTE

È un matrimonio che «s’ha da fare», e anche in fretta. Stiamo parlando di E-commerce e social network: per chi ha il proprio canale di vendita online la presenza sulle principali piazze virtuali può rappresentare un mezzo efficace per fidelizzare e soddisfare il proprio cliente. Non per tutte le aziende, e non sempre: un’analisi di un buon consulente web è in grado di stabilire se sia utile o meno implementare i propri canali di accesso al pubblico inserendo anche i social. Non solo: vi potrà anche dire, nel caso, quali usare e quali invece lasciar perdere. 
Ma proviamo a scattare una fotografia del fenomeno social: in Italia il 42% della popolazione utilizza almeno un social network, e lo fa sia da mobile che da pc. Una percentuale che è, anche se di poco, più alta della media europea, che si attesta sul 40%. Una situazione che si ribalta tuttavia se si va ad analizzare quante aziende o negozi che hanno un E-commerce utilizzano anche i canali social: siamo ben oltre la metà, ma i nostri vicini di casa fanno meglio.

Un contatto costante col proprio cliente

E la scelta delle nazioni che ci stanno vicine è in più di qualche caso quella giusta: utilizzare bene i social può aumentare la visibilità e le visite al proprio e-commerce, accresce la propria brand awareness e permette di avere un contatto costante col proprio cliente, molto spesso quasi in tempo reale. Ed è sulla gestione del processo di vendita e sulla risoluzione delle problematiche che si fa la differenza. Nella propria strategia di espansione bisogna porsi la domanda se valga la pena di aggiungere una casella: gestione delle proprie pagine social. Almeno dei due principali, Facebook e Twitter, se possibile anche di altri come Instagram, che può diventare una vetrina immediata dei propri prodotti. Ogni social, infatti, ha caratteristiche diverse, molto spesso complementari.

I vantaggi del social network

Ma quali vantaggi porta la presenza sui social network? All’azienda permette di capire le esigenze del proprio cliente, scandagliare i suoi gusti e porre rimedio in tempi breve ai problemi che si presentano, attraendo e fidelizzando il proprio cliente, con un’operazione di engagement. Quest’ultimo avrà nel social un canale ulteriore che aprirà uno squarcio sulle proposte dell’azienda, magari da un’angolatura differente da quella dell’e-commerce tradizionale, stabilendo un contatto duraturo ed utile. Quindi aprire le pagine social conviene al portafoglio: è un investimento che porterà col tempo i suoi frutti. Con un’avvertenza: il dialogo che si crea fra azienda e cliente va coltivato, è un legame alla pari, e le pagine vanno gestite con costanza. Meglio, dove possibile, affidarsi ad un social media manager: il pubblico che utilizza i vari Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e via dicendo è esperto ed esigente. Una pagina malgestita rischia di creare distacco e un ritorno negativo.

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia