di Domenico Lanzilotta

E-commerce in Italia, più di un acquisto al secondo solo su eBay. E così si favorisce l’export

Più di un acquisto al secondo. A volte i numeri sono evocativi, riescono a far intuire la grandezza di un fenomeno, quasi a farla toccare con mano. Spesso basta approfondirli, scinderli, paragonarli a qualcosa di facilmente immaginabile. Come un minuto, ad esempio. Ed è eBay a dare i “numeri”, ovvero il numero di acquisti effettuati nel 2014 sul portale italiano, www.ebay.it. Il sito è attivo a livello mondiale da giusto vent’anni, pioniere dell’E-commerce, mentre il portale dedicato all’Italia è online dal 2001, e conta 26mila venditori professionali e 4,5 milioni di acquirenti attivi. Ulteriore testimonianza di quanto sia sempre più importante il commercio online, anche e soprattutto per le piccole e medie imprese: il canale mediatico arriva sempre più nelle case, anzi su pc, tablet e smartphone, degli italiani. Ed ecco come lo scorso anno sono stati venduti, solo sul sito italiano, 74 prodotti ogni minuti, più di uno al secondo.

E-commerce, un aiuto per conquistare mercati lontani

I dati forniti dal sito sottolineano come l’E-commerce sia importante anche nel favorire l’export, abbattendo le barriere degli stati, e permettendo di vendere i propri prodotti anche in paesi lontani: il 63% dei venditori professionali ha infatti venduto all’estero. Solo uno su tre, quindi, si è rivolto esclusivamente al mercato italiano. Vendere all’estero conviene sotto molti punti di vista, come vi avevamo raccontato. Andando ad analizzare i prodotti più venduti in testa, e non era così difficile pensarlo, i prodotti di elettronica o telefonia, con un acquisto ogni 5 secondi. A seguire altre categorie: arredamento e bricolage, ricambi per auto e moto compongono il podio virtuale, arrivando giusto prima di abbigliamento e prodotti per bellezza e salute. C’è un dato curioso: il mobile, come canale di acquisto, vede molte compravendite di scarpe e borsa da donna, quasi fosse preferito dal gentil sesso. Il mobile diventa sempre più importante: a livello mondiale ha fatturato 28 miliardi di dollari per gli acquisti su eBay lo scorso anno.

Acquisti elettronici facili e sempre più sicuri

Il portale fa sapere che nel mondo, lo scorso anno, solo una percentuale minima di transazioni (inferiore all’1%) ha riscontrato qualche tipo di problema, in molti casi risolvibile. E il volume di affari totale è stato imponente: 83 miliardi di dollari. Cifre sì, in casi come questo, difficilmente immaginabili. Anche l’Italia fa la sua parte, essendo uno dei 25 paesi che ha un sito dedicato: attualmente ci sono 55 milioni di oggetti in vendita. In pratica uno per ogni italiano. Ebay era nato come un sito di vendita di oggetti usati tramite delle aste online, ma oggi oltre l’80% dei beni messi in vendita sono proposti a prezzo fisso e 4 su 5 sono prodotti nuovi.

 

Categorie: Web Marketing

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia