di Aurora Daipra

Facebook Custom Audience: Cosa sono e i vantaggi di utilizzarle

Le Custom Audience, o anche detti Pubblici Personalizzati, sono una delle risorse più preziose messe a disposizione da Facebook per la creazione di inserzioni efficaci.

Di fatto si tratta di segmenti di pubblico ai quali indirizzare i propri messaggi tramite i social network (Facebook e Instagram), creati in base ai contatti che l’azienda già possiede e le informazioni raccolte dal Pixel installato nel sito della stessa azienda.

Custom Audience: perché sono così importanti e quali sono i vantaggi di utilizzarle?

Permettendoti di individuare un pubblico molto specifico sulla base dei contatti e informazioni che possiedi, le campagne rivolte a pubblici personalizzati garantiscono una probabilità maggiore di successo, consentendoti di raggiungere obiettivi diversi in base al pubblico definito e spesso più “avanzati”, rispetto al semplice like al post.

Vediamo allora quali sono le tipologie di utenti che è possibile raggiungere tramite la piattaforma e con quali vantaggi:

  • i clienti della propria azienda attivi su Facebook, partendo da un proprio file clienti, contenente ad esempio gli iscritti alla newsletter, o gli iscritti al sito, o chi si è iscritto ad un corso ecc;
  • gli utenti che hanno visitato il sito web aziendale (informazione raccolta dal Pixel), distinguendo diversi livelli di dettaglio: da tutti coloro che sono atterrati sul sito, a coloro che hanno visitato una specifica pagina o che sono rimasti per una determinata porzione di tempo all’interno di una pagina, o ancora che hanno eseguito una determinata azione (iscrizione ad un form di contatti, aggiunto un prodotto al carrello, portato a termine un acquisto, ecc.);
  • coloro che hanno eseguito un’azione nell’app o che l’hanno avviata;
  • persone che hanno interagito su Facebook o Instagram con i post della pagina aziendale, che hanno partecipato agli eventi programmati o visto uno o più video pubblicati;

Come avrai sicuramente notato si tratta di persone che hanno già avuto a che fare con l’azienda e che quindi hanno una conoscenza, anche minima, del brand. Di conseguenza, le campagne che sfruttano questi target ti consentono di saltare a piè pari la fase di ampliamento dell’awareness per dedicarti direttamente ai clienti potenziali.

In questo modo potrai, ad esempio, rivolgere delle promozioni create ad hoc solo a coloro che hanno visitato una determinata categoria del tuo sito, e che quindi sono interessati a quei prodotti, per incentivarli all’acquisto. La probabilità che queste persone siano realmente interessate alla tua offerta sarà quindi più elevata e i costi di conversione delle campagne saranno minori.
Potrai inoltre rientrare in contatto con chi ha effettuato degli acquisti sul tuo e-commerce, per proporre loro il tuo nuovo programma fedeltà o in generale, pianificare messaggi da rivolgere agli utenti del tuo sito web personalizzati in base allo step raggiunto all’interno funnel d’acquisto.

E’ possibile ragionare anche per esclusione, omettendo ad esempio chi già utilizza la mia applicazione dalle campagne per incentivare il download, ottimizzando sempre di più le performance. La segmentazione di queste audience può inoltre comprendere i tradizionali parametri di interessi, comportamento, genere ed età, in modo da individuare pubblici diversi per ogni genere di attività.

Questa tipologia di targetizzazione è interessante anche nel caso in cui la tua azienda operi in un contesto B2B. Coinvolgere tutti coloro che ad esempio hanno visitato la pagina del tuo prossimo evento o fiera a cui parteciperai, tramite una Lead Ads che ti permette di raccogliere contatti e inviare via mail l’invito o un biglietto omaggio, è un ottimo metodo per raccogliere lead in target e allo stesso tempo sorprendere positivamente i tuoi clienti potenziali.

Infine, nel caso in cui la tua azienda operi in settori particolari per cui risulta difficile definire un target efficace, ad esempio per interessi, è possibile creare dei pubblici simili partendo dalle custom audience precedentemente create. Questi target, denominati Lookalike, possono avere diverse percentuali di somiglianza al pubblico di base e vengono creati direttamente da Facebook. Più il target di base sarà rappresentativo dei tuoi migliori clienti e più le campagne sui pubblici simili generati andranno a colpire nuove persone con caratteristiche (demografiche, di interessi, ecc) molto affini a quelle dei tuoi consumatori.

Riassumendo, tramite le custom audience è possibile rientrare in contatto tramite i tuoi canali social aziendali con i cosiddetti pubblici “caldi”, ovvero coloro che hanno già avuto un’interazione con la tua azienda, fornendo loro una spinta o un incentivo verso la conversione, in maniera strategica e ad un costo più contenuto o rivolgerti a nuovi utenti partendo da una base ben profilata, incrementando la possibilità di comunicare direttamente a coloro che sono molto simili ai clienti che hai già acquisito.

Categorie: Web Marketing

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia