Google nelle ultime settimane sta letteralmente “volando” ha messo carne al fuoco in quasi tutte le sue divisioni, se non altro nelle sue divisioni principali (o più usate).

Vi è stato l’evento a Dublino per i Partner di Google Apps For Work (sistema principalmente conosciuto dalle aziende per la posta elettronica di Google), ha presentato Google Home con l’obiettivo di fornire soluzioni domotiche che ci cambieranno la vita e tra realtà virtuale e strumenti di business sempre più sicuri e performanti il team (anche se parlare di team è riduttivo) di Google Adwords ha presentato tutte le novità in arrivo per il principale canale di adverting presente online.

performance-summit-logo

Veniamo ai fatti del 24 maggio 2016: Google Performance Summit!

  • Più del 50% dei miliardi delle ricerche effettuate su Google ogni anno provengono dai dispositivi mobile.
  • Seguendo il trend di navigazione dei suoi utenti, Google sta portando sempre più al centro della sua strategia i dispositivi mobile:
  • Verrà reintrodotta la possibilità di dedicare un bidding unico per i vari tipi di piattaforma (mobile, desktop, tablet)
  • Google Maps entrerà a far parte in pianta stabile della rete di ricerca, proponendo annunci pubblicitari in risposta alle ricerche degli utenti; la piattaforma beneficerà inoltre di nuove funzioni come i “pin ads” (piccoli loghi degli esercizi commerciali visibili all’interno delle mappe).
  • Il monitoraggio degli acquisti offline verrà ulteriormente migliorato, attraverso l’incrocio dei dati di navigazione e la localizzazione del dispositivo mobile. Questo fornirà un feedback essenziale per gli inserzionisti che seguono la pubblicizzazione di prodotti venduti in negozi fisici (circa il 90% sul totale degli acquisti) , e non solo su siti e-commerce.

Inoltre Google metterà a disposizione altre innovazioni per catturare l’interesse degli utenti:

  • Crescerà lo spazio dedicato agli annunci testuali (per intenderci, gli annunci visualizzati su google.it): titolo e descrizioni degli annunci verranno integrati con un maggior numero di caratteri (quasi il 50% in più).
  • Gli annunci illustrati del Google Display Network (rete che raggiunge circa il 90% degli utenti nel mondo tramite piattaforme pubblicitarie come Google Adsense) realizzati dall’editor interno AdWords saranno di più facile realizzazione e presenteranno un look più gradevole.
  • Google conferma che è in lavorazione un’interfaccia AdWords totalmente rinnovata, che arriverà entro il 2017 e sarà caratterizzata da immediatezza e facilità d’uso per tutti gli inserzionisti.
  • Infine, Google metterà a disposizione una versione free della piattaforma di reportistica Google Data Studio 360, che potrà integrare dati provenienti da AdWords, Analytics, Youtube ed altre sorgenti di dati.

Concludendo, Google Adwords rimarrà ancora per molto una delle migliori piattaforme per la gestione dell’advertising online lasciano indietro i concorrenti e cercando di mettere nelle condizioni di usarla anche “i meno skillati” ed allo stesso tempo, grazie agli strumenti tecnologici che ogni uno di noi utilizza e alla disponibilità di big data che interagiscono tra loro, metterà a disposizione dei professionisti sempre più dati da analizzare permettendo quindi una sempre più efficace capacità di performance.

Qui il video completo del Google Performance Summit 2016

Categorie: Web Marketing

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia