di Domenico Lanzilotta

Google rivoluzionerà l’E-Commerce, in arrivo il tasto «Buy» per comprare direttamente

Gli staff di Amazon, eBay e gli altri siti di E-commerce più famosi (e utilizzati) al mondo non staranno di certo dormendo sonni tranquilli. L’anticipazione del Wall Street Journal probabilmente non è ancora stata digerita: Google, il motore di ricerca più cliccato al mondo, sta per scatenare la guerra ai negozi virtuali con una semplice mossa, introducendo un nuovo bottone su cui cliccare. «Buy» è il tasto che potrebbe cambiare il modo di effettuare acquisti in rete. Dalle prime indiscrezioni pare che il colosso di Mountain View metterà a disposizione la possibilità di cercare e comprare direttamente un prodotto solo per Mobile e Smartphone. E non sarebbe poi una scelta così strana, visto che i dati dicono che sempre più sono i telefoni di nuova generazione a veicolare acquisti online. Una tendenza delineata, che non cambierà. A Google hanno intuito la potenzialità del Mobile e vogliono quindi fare uno sbarco nell’E-commerce in grande stile.

E-commerce a pagamento: velocità e costi di commissione contenuti

Il tasto buy sarà mostrato solo ai clienti che pagheranno le inserzioni, quindi non sarà gratuito: in pratica lo stesso meccanismo utilizzato attualmente per Google Adwords, il servizio che permette ad un utente, pagando, di creare un associazione fra parole chiave prestabilite e la priorità maggiore dei propri annunci. Ma Google punta a fare il colpo grazie anche ad altri vantaggi rispetto ai futuri concorrenti: commissioni sensibilmente più basse, contenute rispetto a siti come Amazon, eBay e Alibaba, sicurezza e velocità nei pagamenti.

Dopo Facebook tocca a Google: il mondo dell’E-commerce è in cambiamento

Bisognerà quindi pagare per approfittare della possibilità offerta da Google: con un clic si verrà reindirizzati ad una pagina dedicata al prodotto e alla possibilità di completare l’acquisto. Il meccanismo sarà simile a quello di Amazon: sarà l’utente a decidere forma e particolari del prodotto in vendita e le opzioni di pagamento. In tutto ciò Google non sarà assimilabile ad un rivenditore diretto: metterà in collegamento utenti e commercianti guadagnando grazie ai proventi della pubblicità. Dopo la scelta di Facebook di lanciare il social commerce, con la possibilità di utilizzare il popolare social network (700 milioni di iscritti al mondo) un’altra rivoluzione per l’E-commerce è in arrivo: seguiremo gli sviluppi nelle prossime settimane.

 

Categorie: e-Commerce

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia