di Aurora Daipra

La newsletter è tra gli strumenti di marketing più efficaci, scopri perché

Per newsletter si intende quella comunicazione, normalmente periodica, che viene inviata dalle aziende, a propri clienti o prospect che si sono iscritti volontariamente alla mailing list.

Secondo le più note indagini e ricerche di mercato condotte da primarie società internazionali, circa due terzi dei manager intervistati considerano l’email come lo strumento più efficace o comunque quello che porta un ROI (cioè il ritorno sull’investimento) soddisfacente.

newsletter iscrizione volontaria

Iscrizione volontaria

Gli utenti normalmente iscritti alla newsletter lo hanno fatto volontariamente e nel caso si possono disiscrivere in qualsiasi momento, nel consegue il fatto che, di norma, gli utenti che ricevono le newsletter conoscono già, considerandolo affidabile, il mittente.

Si consideri che il tasso di apertura di una newsletter parte dal 10-20% fino ad arrivare anche al 60-70% in caso di comunicazione b2b, ovviamente gioca a favore della performance della newsletter la qualità della profilazione del database utenti in relazione al contenuto del messaggio stesso (come dire, ai miei utenti interessa ciò che sto inviano loro? Ho escluso gli utenti a cui sicuramente non interessa?).

Inviare comunicazioni, promozioni o contenuti in genere ai propri iscritti, meglio se personalizzando il messaggio (ad esempio chiamando per nome il destinatario) ti permette, in particolare a lungo termine, di creare una relazione continuativa con il destinatario stesso, ne consegue che gli argomenti ed i contenuti che devi trattare, devono essere per lui interessanti: pena disiscrizione o perdita di interesse nei tuoi confronti.

Le 10 regole per ridurre la percentuale di segnalazioni spam e migliorare la propria reputazione

  • Inviare solo a chi ha dato un consenso esplicito;
  • Inviare contenuti attesi dal destinatario, coerenti con la finalità dell’iscrizione;
  • La frequenza di invio dev’essere in linea con le attese del destinatario e possibilmente comunicata già prima dell’iscrizione;
  • Disiscrizione semplice (max 2 clic) e ben visibile;
  • Riconoscibilità: grafica e mittente devono essere chiari e coerenti con quelli comunicati al momento dell’iscrizione;
  • Inviare un primo messaggio di benvenuto subito dopo l’iscrizione;
  • Ricordare a fondo pagina dove l’indirizzo è stato raccolto;
  • Consentire la modifica delle preferenze (frequenza, modifica indirizzo, profilo…);
  • Automatizzare la rimozione di chi clicca su “segnala come spam”;
  • Non inviare email rarefatte (ogni 2 mesi) o con ampio ritardo dopo l’iscrizione;

Newsletter efficaci, ecco alcuni consigli utili

  • Stabilisci un calendario editoriale della newsletter, non inviare solo offerte commerciali, tratta argomenti che possano interessare ai tui utenti come consigli utili, casi di successo ed esperienza. Creati delle regole per inviare messaggi costantemente, non abusare degli invii ma sii regolare;
  • Attenzione all’oggetto email, deve convincere a cliccare e perciò deve essere breve, chiaro e veritiero;
  • Attenzione al mittente, fai in modo che la tua e-mail sia inviata da un utente che il destinatario conosce e, se possibile, firma la mail con il tuo nome;
  • Personalizza il messaggio, tutti i sistemi di newsletter ti permettono di gestire le variabili collegate ai dati del tuo utente (ad esempio per iniziare la mail con “buongiorno Marco”) quindi è molto importate nella registrazione dei vostri utenti impostare i dati necessari a tale attività;

newsletter occhio al contenuto

Inoltre, fai attenzione al contenuto della mail che invii, segui sempre queste regole:

  • Semplifica, scrivi semplice, non troppo testo ma neanche troppo poco;
  • Valuta il tono di voce;
  • Cura la leggibilità del testo, organizza in paragrafi, nel caso inserisci elenchi puntati;
  • Inserisci immagini di qualità;
  • Non dimenticare la call to action;

La call to action è la chiamata all’azione, quella cosa che noi vorremmo facesse l’utente grazie alla nostra mail, ad esempio:

  • la lettura di un articolo nel nostro blog;
  • la visione (o l’acquisto) di un prodotto nel nostro sito;
  • la richiesta di ulteriori informazioni o di un contatto commerciale;

Come aumentare i contatti iscritti alla newsletter?

Certamente una delle attività costanti, talvolta necessaria, per aumentare i nostri iscritti alla newsletter è la leads generation. La lead generation è un insieme di attività che consentono alla tua azienda di ottenere iscritti, ovvero contatti di utenti, che dimostrano interesse verso i servizi o prodotti della tua azienda. Spesso questa attività è parte di una più ampia strategia di web e content marketing dove vengono coinvolti strumenti di advertising come ad esempio quelli di Facebook, Linkedin.
Leggi il nostro approfondimento qui

La newsletter è considerata dai manager internazionali come lo strumento di marketing di gran lunga più efficace, è uno strumento piuttosto economico che permette di mantenere una relazione costante con i vostri contatti. Esistono vari strumenti potenti ma semplici da usare, noi in Omniaweb abbiamo scelto di lavorare con Mailchimp, Active Campaign e l’italiana Kloudymail.

Categorie: Web Marketing

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia