di Domenico Lanzilotta

Smartphone, Internet of Things, click&collect: ecco i trend del 2015

Aumento degli acquisti online effettuati attraverso smartphone, come nelle previsioni, ma anche una «rivoluzione nelle vendite al dettaglio paragonabile all’avvento dell’e-commerce: cambieranno le modalità di consegna degli acquisti online, ritirati dove e quando il cliente desidera, e i pagamenti in negozio, sempre più spesso effettuati col cellulare». A dirlo è Alberto Donato, Partner Deloitte e responsabile italiano Technology, Media & Telecommunication (TMT), riassumendo brevemente la ricerca di Deloitte sulle principali tecnologie e innovazioni che investiranno il mercato nei prossimi 12-18 mesi.

Dall’invasione degli smartphone all’Internet of Things: come sarà il 2015

Intuire prima dove si sta andando, capire gli sviluppi futuri del mercato è un’arma fondamentale per essere competitivi: per le aziende e le loro strategie marketing è bene sapere come si stima che le vendite di smartphone, nel 2015, arriveranno ad 1,4 miliardi di pezzi, portando il numero di possessori ad oltre 2 miliardi nel mondo. Non saranno solo cellulari di ultima generazione, ma portafogli: Mastercard e Visa si stanno preparando, sulla scia di Apple, a permettere il pagamento attraverso lo smartphone. Un’altra tendenza che cambierà verso all’E-commerce sarà il «clic&collect»: non occorrerà più aspettare la consegna del proprio acquisto online a casa, ma si potranno scegliere luoghi come scuole, parcheggi, stazioni di treni e metro e altri ancora per la consegna, ottimizzando i tempi in base al proprio calendario. C’è poi la nuova frontiera dell’Internet of Things (IoT): un miliardo di nuovi oggetti (come automobili e elettrodomestici) saranno connessi alla rete nel corso dei prossimi dodici mesi. Il tutto contestualizzato in un aumento delle prestazioni dovuto alla diffusione della banda larga: la velocità di navigazione aumenterà di circa il 20%.

Personalizzazione e interazione con l’utente: strategie E-commerce per il 2015

Ed ecco alcune strategie consigliate per migliorare l’efficacia del proprio E-commerce: siti personalizzati, che attraverso le informazioni raccolte sugli acquisti precedenti (o sulle ricerche precedenti) propongono diversi scenari all’utente che si connette; maggiore interazione con chi entra nel sito, con strumenti rapidi (come può essere una live-chat in cui si rispondono alle domande): questo permette al sito di somigliare sempre più al negozio fisico, dove gli utenti entrano con esigenze differenti; contenuti esaurienti e informativi (non sempre chi vuole comprare guarda solamente al prezzo ma, soprattutto su differenze non elevate, s’informa e si fa convincere dal prodotto più “trasparente”). Attenzione infine al social media commerce, che Facebook sta già testando: un’altra tendenza che nel futuro potrebbe prendere sempre più piede.

Richiedi maggiori informazioni

alla newsletter gratuita di Omniaweb Italia